Testicoli, quando si formano le cisti dell'epididimo

 
E-mail Stampa

Sono piccole raccolte di liquido che si riscontrano con l’ecografia scrotale. Ma sono benigne

cisti-epididimoCon molta più frequenza ci si sottopone oggi all’ecografia scrotale e dei testicoli, esame fondamentale nello studio dell’infertilità maschile, di tutte le malattie testicolari ed anche in caso di semplici controlli andrologici, come quelli che si devono fare durante l’età dello sviluppo.

Questo ha portato ad un aumento nella diagnosi di alcune alterazioni dei testicoli e delle altre strutture contenute all’interno della sacca scrotale, sia di origine tumorale ma soprattutto di altro genere assolutamente benigne e non pericolose. Tra queste ci sono le cisti dell’epididimo, che è una piccola struttura tubulare che sta sopra il testicolo e attraverso cui passano gli spermatozoi prodotti. L’epididimo a volte si riesce a sentire anche durante l’autopalpazione o la palpazione dei testicoli, mentre le cisti si sentono solo se voluminose, ed in questo caso risultano di solito come un nodulo palpabile nei pressi del testicolo.

Le cisti dell'epididimo sono dunque un tipico riscontro accidentale in corso di ecografia scrotale. Sono molto frequenti, circa nel 30% degli uomini, e la loro incidenza aumenta con l’età. Sono benigne e di solito non richiedono altre indagini oltre l’ecografia o alcun trattamento. Hanno una forma sferica, sono ben distinte dal testicolo e possono comparire a livello di qualsiasi sito dell’epididimo ma più frequentemente a livello della porzione chiamata “testa”. Queste cisti rappresentano delle semplici e piccolissime raccolte di liquido, al di sotto del centimetro, e se all’interno contengono anche spermatozoi prendono il nome di spermatocele.

La maggior parte delle cisti è asintomatica, cioè non da alcun fastidio o dolore. Il più delle volte non è necessario alcun tipo di trattamento. I pazienti devono essere avvisati di rivolgersi al medico se la cisti diventa dolente o tende ad ingrandirsi, diventando facilmente palpabile. Si può pensare di asportare chirurgicamente una cisti solo se particolarmente voluminosa o se fonte di disturbi a livello dello scroto, ma bisogna sapere anche che pur facendo questo non significa far scomparire sicuramente i sintomi che si hanno e che le cisti dell’epididimo possono recidivare. A volta addirittura i fastidi possono peggiorare o diventare fissi e cronici dopo l’intervento. In ogni intervento chirurgico sullo scroto esistono poi dei rischi di lesionare per sbaglio anche altre strutture importanti e che potrebbero portare a problemi di fertilità.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Altri Articoli - Andrologia

"Un 'altro tentativo fallito, un altro dolore da soffocare..." - Il diario della Fecondazione Assistita 1

Le emozioni di una paziente che ha vissuto la sua infertilità "sine causa" o inspiegata e tutte le terapie fatte, compresi i tanti tentativi di inseminazione intrauterina, fivet, icsi.
riprova
IV Corso Medicina della Riproduzione-Roma, 27 Maggio 2014
L'importanza di aumentare i rapporti sessuali nell'infertilità anche nel corso delle terapie.
riprova
Corso del Prof. Claudio Manna "Come gestire la Coppia Infertile e collaborare con un Centro PMA" svoltosi a Roma, 21 dicembre 2012

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI