Lo stress ossidativo è una possibile causa di infertilità maschile idiopatica

 
E-mail Stampa PDF

infertilita-maschile_45L’infertilità maschile sembra essere un grave problema clinico tra gli uomini in età riproduttiva in tutte le società. L’Infertilità di origine non nota, detta anche idiopatica, è di grande preoccupazione, perché la sua fisiopatologia rimane indeterminata. Nella maggior parte dei casi gli uomini sono clinicamente normali senza che vi siano cause chiare della loro infertilità.

L’infertilità idiopatica maschile è considerata come dovuta a vari fattori come quelli ambientali, genetici, psicologici ed ormonali. Anche se la base molecolare dell’infertilità idiopatica non è stata chiaramente descritta, lo stress ossidativo sembra essere uno dei principali meccanismi coinvolti. Nonostante il fatto che le specie reattive dell'ossigeno (ROS) sono richieste per le funzioni normali degli spermatozoi,come ad esempio la capacitazione e la reazione acrosomiale, la loro eccessiva produzione, invece, è nota per portare alla perdita sia dell’integrità che della funzione degli spermatozoi.

Le membrane plasmatiche contengono un elevato contenuto di acidi grassi polinsaturi che consentono ai ROS di danneggiare sia queste che il DNA mediante reazioni di ossidazione.

In uno studio condotto dal Prof Gülşen Aktan del Dipartimento di Urologia e del Dipartimento di Biochimica Medica della Facoltà di Medicina dell’ Università di Istanbul in Turchia, è stato valutato il ruolo dello stress ossidativo nella disfunzione spermatica su campioni di liquido seminale di 28 uomini con infertilità idiopatica e 14 uomini fertili. Tutte le coppie infertili che hanno partecipato a questo studio avevano due anni di rapporti regolari non protetti alle spalle e tutti i maschi fertili avevano avuto un figlio.

I risultati delle analisi del liquido seminale riguardo il numero, la percentuale di motilità progressiva e la morfologia degli spermatozoi degli uomini diagnosticati come sterili per causa sconosciuta sono risultati simili ai valori corrispondenti negli uomini fertili.

I ricercatori hanno, quindi, analizzato la frammentazione del DNA degli spermatozoi in relazione alla formazione di ROS e dei parametri seminali con il metodo del TUNEL test. Una correlazione positiva è stata rilevata tra spermatozoi TUNEL-positivi e presenza di ROS. Infatti Il numero di TUNEL-positivi per gli spermatozoi degli uomini con infertilità idiopatica è stato superiore a quello degli uomini fertili ed anche la formazione dei ROS è risultata superiore nei maschi infertili.

Gli spermatozoi sono particolarmente sensibili al danno causato dall’ ossidazione e una sovrapproduzione di ROS è ritenuta essere una delle cause di infertilità maschile. Un elevato contenuto di ROS supporta l'ipotesi che lo stress ossidativo porta alla frammentazione del DNA. Il plasma seminale, che è ricco di antiossidanti fornisce un ambiente nutriente e protettivo che dà sostentamento e migliora la motilità degli spermatozoi. Al contrario, gli spermatozoi possiedono bassi livelli di antiossidanti e di enzimi di riparazione del DNA. Pertanto è evidente che gli spermatozoi dipendono dal loro ambiente per questi fattori, quindi il danno maggiore della presenza intensiva di ROS può essere dovuto allo stress ossidativo a carico del plasma seminale.

La perdita di integrità del DNA a causa dell’intensità dello stress ossidativo sembra essere un serio ostacolo nella riproduzione spontanea o nel trattamento con inseminazioni, mentre sembrerebbe che la fertilizzazione tramite la ICSI può essere ottenuta nonostante vi sia un DNA danneggiato. Per cui sembra opportuna l’applicazione della tecnica ICSI, iniezione intracitoplasmatica dello spermatozoo, anche nel trattamento della infertilità idiopatica maschile imputabile a stress ossidativo e in presenza di aumentata percentuale di spermatozoi con DNA frammentato.

Fertility and Sterility Vol 99 | No. 1 | January 2013

 

 

Altri Articoli - Andrologia

L'importanza di aumentare i rapporti sessuali nell'infertilità anche nel corso delle terapie.
riprova
Corso del Prof. Claudio Manna "Come gestire la Coppia Infertile e collaborare con un Centro PMA" svoltosi a Roma, 21 dicembre 2012

Blastocisti e PGs sempre buone tecniche?

Quanti embrioni arrivano dopo 5 giorni di coltura a blastocisti? Si calcola circa il 50% da un recente lavoro scientifico su queste tecniche con una percentuale di gravidanze cliniche del 14% per Pick-Up. I nostri risultati (Centro Biofertility 2016) senza coltura a blastocisti o PGs ci hanno mostrato un tasso di gravidanze clinico del 32% per Pick-Up
riprova

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI