Test predittivi della capacità degli spermatozoi di fertilizzare l’ovocita

 
E-mail Stampa PDF

L'analisi della frammentazione del DNA degli spermatozoi, la capacità legante dell’ acido ialuronico (saggio di acido ialuronico-binding –HBA) su campioni di liquido seminale utilizzato per la fecondazione degli ovociti e il test di capacitazione o swim-up sono validi test predittivi della capacità fecondante degli spermatozoi

L'analisi della frammentazione del DNA degli spermatozoiCirca il 15% dei maschi con comprovata infertilità maschile presenta spermiogrammi normali .Quindi i parametri classici, concentrazione, motilità e morfologia non bastano a valutare la  funzionalità degli spermatozoi.

Negli ultimi anni sono stati sviluppati vari test per valutare la funzionalità degli spermatozoi. Tra questi, i test per la capacità di legame acido ialuronico (HBA) e la frammentazione del DNA spermatico (Halosperm), sono abbastanza semplici e veloci.

Il test di frammentazione, il test HBA e il test di capacitazione (swim-up)  sono utili per prevedere la capacità degli spermatozoi di fecondare ovociti sia con la tecnica FIVET che con la  ICSI.

Gli spermatozoi che non sono in grado di legarsi all’acido ialuronico mostrano molti aspetti di immaturità e hanno una minore integrità genomica(maggiore presenza di aneuploidie). L’Acido ialuronico è un costituente importante della matrice esterna dell’ovocita e può giocare un ruolo fondamentale nella selezione di spermatozoi competenti, cioè in grado di fecondare. Vi è correlazione tra la capacità di legame di spermatozoi all’ acido ialuronico e il tasso di fecondazione dopo IVF.

È stato anche dimostrato che la frammentazione del DNA spermatico è associata con infertilità maschile. Inoltre, alcuni ricercatori hanno suggerito che la frammentazione del DNA degli spermatozoi potrebbe anche compromettere la capacità di questi a legarsi all’acido ialuronico. La frammentazione del DNA spermatico compromette molte funzioni vitali del sperma. Studi hanno dimostrato che la frammentazione del DNA spermatico è il solo sicuramente associato con il tasso di gravidanza e il tasso di aborto.

La frequente presenza di mancata fecondazione dopo IVF  con campioni di sperma con una elevata percentuale di spermatozoi con DNA frammentato suggerisce che gli spermatozoi compromessi in questo modo possono avere difficoltà nello sviluppare la fase  di pronucleo. Allo stesso modo si è osservato che lo spermatozoo con frammentazioni non sempre è in grado di decondensarsi, e ciò si traduce in un fallimento della fecondazione.

L’esito della fecondazione dipende sia dalla quantità e dal tipo di danno al DNA dello spermatozoo che dalla capacità dell'ovocita di riparare questo danno. Il pronucleo maschile si può costituire, ma la riparazione del DNA può causare un ritardo, quindi una asincronia rispetto al pronucleo femminile dovute all'attività riparazione .Dall’unione dei due pronuclei femminile e maschile si forma lo zigote, cioè la prima cellula dell’embrione.

Tasso di fecondazione e qualità embrionaria in IVF sono negativamente correlati con la frammentazione del DNA dello sperma. Invece è stata osservata una correlazione positiva tra tasso di fecondazione e la capacità di legame all’Acido ialuronico vincolante e alla capacitazione. I campioni di spermatozoi in cicli di IVF con basso tasso di fecondazione sono stati caratterizzati da un significativo tasso più alto di frammentazione del DNA degli spermatozoi e dalla inferiore capacità di legame all’acido ialuronico rispetto ai campioni di liquido seminale dal gruppo con più alti livelli di fertilizzazione.

Uno degli obiettivi di uno studio condotto da B. Pregl Breznik del Dipartimento di Medicina della Riproduzione e di Endocrinologia Ginecologica, University Medical Centre, Maribor in  Slovenia, su 133 coppie in trattamento dell'infertilità con IVF / ICSI,  è stato quello di determinare se i parametri delle funzioni degli spermatozoi osservati hanno alcun impatto sullo sviluppo embrionale. Dai  test di funzionalità degli spermatozoi, è risultato che la frammentazione del DNA degli spermatozoi è correlata negativamente con il tasso di sviluppo embrionale. Se l'ovulo è stato fecondato da uno spermatozoo con DNA danneggiato, il suo ulteriore sviluppo sembra dipendere dall’entità del danno al DNA dello spermatozoo e dalla capacità dell'ovocita di riparare questo danno. Se il danno non è riparabile, lo sviluppo si può arrestare nel primo o nelle successive divisioni cellulari dell’embrione. Se lo stadio di blastocisti viene raggiunto e la riparazione del DNA dello sperma è completa, il genoma paterno può essere normalmente espresso. È quindi logica  la riduzione del numero di embrioni che si sviluppa in coppie con spermatozoi con DNA frammentato. La correlazione tra lo sviluppo embrionale e la frammentazione del DNA spermatico è atteso anche nel gruppo ICSI. Infatti anche gli spermatozoi morfologicamente normali, selezionati per la ICSI, possono avere la frammentazione del DNA.

In conclusione tutti e tre i test di funzionalità sono utili strumenti per la previsione del tasso di fecondazione nella riproduzione assistita. Essi sono metodi semplici e precisi e dovrebbero essere una parte dell'analisi seminale di routine nelle coppie che devono fare tecniche di riproduzione assistita .

 

Altri Articoli - Andrologia

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI