Mutilazioni genitali, in Italia quasi 8mila bambine a rischio

 
E-mail Stampa

L’infibulazione è una pratica crudele che viene da lontano ma è praticata anche nel nostro Paese

infibulazione_donnaPer salvare l’ “onore” delle adolescenti. L’infibulazione è una pratica diffusa in alcuni paesi islamici. Si tratta di una mutilazione dei genitali femminili. Una pratica vergognosa che molti credono venga eseguita solo in paesi lontani. Ma secondo l’Albero della Vita, un’associazione a difesa dell’infanzia, l’infibulazione è praticata anche in Italia: “a rischio 93.000 donne, fra cui più di 7.700 bambine”.

Un problema globale. Si tratta di una cifra minima rispetto a quel dato ben più impressionante: 140 milioni di donne nel mondo sono sottoposte a questa mutilazione genitale. Ma ad impressionare è che quasi 8mila bambine sul nostro territorio nazionale rischiano questa pratica che può danneggiare irrimediabilmente la loro fertilità e la loro salute, oltre a rappresentare un vero e proprio trauma psicologico.

Danni irreversibili. La pratica dell'infibulazione  rappresenta una garanzia di verginità per l'uomo che sposa la donna e che ha il diritto esclusivo alla “defibulazione”, cioè all'asportazione del filo di sutura che chiude la vagina. Un doppio trauma che può provocare nella donna problemi fisici e psicologici. I rischi sanitari dell'infibulazione sono enormi. Oltre i problemi psicologici connessi all'intenso dolore che può ingenerare fobie e depressioni in età adulta, i rischi riguardano le infezioni, la formazione di cisti e danni all'apparato riproduttivo della donna. Uno dei problemi più comuni riguarda il mancato sviluppo della vagina soprattutto quando l’intervento avviene in un periodo anteriore alla pubertà.

Un progetto nelle scuole. L’Albero della Vita con l’Associazione Interculturale Nosotras, ha dato il via ad un progetto informativo nelle scuole, per ora attivo solo negli istituti toscani. L’obiettivo è quello di fare formazione e soprattutto prevenzione tra le ragazze provenienti dall’Africa islamica.

Sono le madri ad imporre questa pratica. In Egitto ancora oggi ha subito infibulazione circa il 90% delle donne. In Somalia la percentuale addirittura sale al 98%. Una donna non infibulata viene considerata impura, non riesce a trovare marito e rischia l’allontanamento dalla società. Il problema, nella maggioranza dei casi è tutto femminile. Infatti, gli uomini di famiglia non conoscono l’infibulazione o sono contrari a questa pratica. Sono le madri ad insistere affinché si protegga l’onore della propria figlia. Così accade che le bambine dei migranti presenti in Italia vengano riportate al paese d’origine per essere sottoposte alla mutilazione genitale. Un modo per aggirare la legge italiana che espressamente vieta questa pratica.

 

Altri Articoli - Coppia e Società

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI