Il preservativo, in molti lo usano male e i rischi aumentano

Condividi
Tweet
 
Lunedì 12 Marzo 2012 00:00 Scritto da Paolo Ribichini
Stampa

Gli errori più frequenti riguardano il ritardo nell’uso, la conservazione e la manipolazione. Così l’efficacia contraccettiva e l’effetto protettivo contro le malattie sessualmente trasmissibili vengono sensibilmente ridotte, con un aumento del rischio di rottura o sfilamento

Gli errori più frequenti riguardano il ritardo nell’uso, la conservazione e la manipolazione

preservativoUn preservativo, tanti problemi. Per mancanza di educazione al suo utilizzo il condom spesso riserva vere e proprie trappole, alimentate da luoghi comuni e ignoranza. Tra gli errori più comuni quello di indossarlo poco prima dell’eiaculazione o di posizionarlo al contrario in modo  che sia più difficile srotolarlo. Errori che possono rendere vane le due funzioni del preservativo: quella contraccettiva e quella di prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, come l’AIDS, il papilloma virus e sifiride.

La ricerca. Secondo uno studio americano condotto dal Kinsey Institute e pubblicato sul giornale Sexual Health, il problema è globale. L’analisi, infatti, ha riguardato 14 paesi compresi gli Usa e la Cina (dove il condom è poco usato ed esistono prodotti simili contraffatti che non garantiscono gli stessi livelli di sicurezza). Ogni anno avvengono nel mondo 340 milioni di contagi di malattie sessualmente trasmesse. Tra queste 2,6 milioni di infezioni da Hiv.

Un problema globale. L’uso improprio del preservativo causa un numero elevato di contagi e disabilità nei paesi del cosiddetto terzo mondo. Ma anche nei paesi occidentali il cattivo uso del condom è piuttosto frequente, tanto da comportare un vero e proprio problema per la sanità pubblica. Anche se secondo l’Unaids, l’agenzia delle Nazioni Unite per la lotta al’Aids, il condom rappresenta il sistema più efficiente per combattere e contrastare il contagio di malattie sessualmente trasmissibili come l’HIV, da solo non basta. O meglio, sarebbe necessario insegnare come usarlo, perché il vero problema è usarlo bene.

Quel preservativo usato male. L’uso scorretto del preservativo fa salire di molto il rischio di contagio ed il rischio di gravidanze indesiderate. Infatti, un condom conservato in un ambiente caldo, manipolato con poca attenzione, indossato al contrario o indossato dopo l’inizio del rapporto, ha un tasso di fallibilità come metodo contraccettivo del 15%. Se usato correttamente il margine di rischio si riduce al 2%.

Come usare bene il preservativo? Ecco quindi alcuni consigli forniti dagli esperti. Avere sempre a disposizione un preservativo e, se necessario, un lubrificante sempre a base acquosa. Conservarlo sempre in un luogo fresco, mai nel portafogli o in tasca. Nel momento in si approccia ad un rapporto sessuale, controllare la data di scadenza. Aprire l’involucro, allontanando il preservativo dal punto in cui viene tagliato. Mentre si indossa e durante il rapporto, evitare il contatto con oggetti appuntiti, unghie e denti. Controllare sempre che il preservativo non abbia danni evidenti. Indossare il preservativo prima di qualsiasi contatto con il partner anche nei rapporti orali. Infatti, anche i rapporti orali possono essere causa di trasmissione di alcune malattie. Per chi non è circonciso, è preferibile esporre il glande prima di inserire il pene nel preservativo. Assicurarsi che la parte arrotolata rimanga all’esterno. Non srotolarlo mai prima di averlo messo sulla punta del pene. Se il pene viene a contatto con la parte esterna del preservativo, quest’ultimo va gettato perché potenzialmente infetto. Spremere la punta per eliminare l’aria e srotolare il preservativo fino alla base del pene. Tenere il preservativo per tutta la durata del rapporto. Al termine del rapporto togliere rapidamente il condom, tenendolo alla base per evitare che fuoriesca lo sperma. In caso di rottura, anche se non c’è stata eiaculazione, entrambi i partner potrebbero comunque essere a rischio di infezione, mentre la donna potrebbe essere a rischio di gravidanza: a questo punto è opportuno che entrambi lavino con acqua e sapone i genitali, per ridurre il rischio di infezione. Ridurre il rischio di gravidanze indesiderate, la donna dovrebbe utilizzare gli spermicidi.

Tags:

Vedi anche