Crisi: una famiglia immigrata su due a rischio povertà

 
E-mail Stampa

stranieriUna famiglia immigrata su due è a rischio povertà. Secondo i dati diffusi oggi dall'Istat sui redditi dei nuclei con stranieri, riferiti agli anni 2008-2009, il 43,9% delle persone che vivono in una famiglia in cui sono presenti anche stranieri è border line. Un dato oltre due volte superiore a quello registrato per le famiglie italiane (17,4%). La percentuale di persone a rischio povertà sale però fino al 49,1%, se si tengono in considerazione le famiglie composte esclusivamente da stranieri (32,7% se la famiglia è mista).

Il «pericolo» è più diffuso tra le famiglie ucraine (64,5%), marocchine (55,8%) e moldave (55,7%) e, in generale, tra quelle che vivono al Sud (64,2%). Il 22,6% delle famiglie con stranieri dichiara di arrivare a fine mese con grande difficoltà (14,5% nel caso degli italiani) e la diffusione della condizione di deprivazione materiale - cioè incapacità a sostenere le spese per beni e servizi - è tre volte superiore (34,5% per gli stranieri; 13,9% per gli italiani). L'indicatore sintetico di rischio povertà o esclusione sociale raggiunge il 51% delle famiglie con almeno uno straniero e il 56,8% di quelle di soli stranieri; per gli italiani il dato si ferma al 23,4%. «Questi dati sono ciò di cui abbiamo bisogno - ha commentato il sottosegretario al Ministero del Lavoro e Politiche sociali, Maria Cecilia Guerra - per impostare le nostre politiche». Questa rilevazione, ha aggiunto il presidente dell'Istat, Enrico Giovannini, potrebbe venir ripetuta ora «per capire come le diverse comunità hanno affrontato la crisi».

REDDITO STRANIERI 56% DI QUELLO ITALIANI - Il reddito mediano netto delle famiglie con stranieri nel 2008 era pari a 14.469 euro; 12.400 euro era quello delle famiglie con soli stranieri, 25.635 euro quello delle famiglie miste, 24.631 quello delle italiane. Ma aggiungendo a questi valori i fitti figurativi e calcolando il valore equivalente per comparare famiglie di dimensioni differenti, il reddito mediano delle famiglie con stranieri è il 56% di quello delle famiglie italiane.

REDDITO FAMIGLIE UCRAINE IL PIÙ BASSO - Corrisponde al 42,9% di quello percepito delle famiglie italiane. Sono distanti anche quelli delle famiglie indiane (48%), marocchine (50,3%) e moldave (50,9%). Più vicini invece quelli dei polacchi (65,4%), peruviani (64,7%) e filippini (59,2%).

CONDIZIONI ECONOMICHE MIGLIORANO CON PERMANENZA - Se una famiglia di soli stranieri risiede in Italia da più di 12 anni il suo reddito è superiore del 40% a quello di una famiglia che vi risiede da meno di due anni.

OLTRE 7 IMMIGRATI SU 10 HANNO REDDITO DA LAVORO - La quota di stranieri percettori di redditi da lavoro è più elevata di quella degli italiani (75,4% contro 66,3% tra i 15-64enni). In media, il 90,6% del reddito netto delle famiglie composte solo da stranieri è rappresentato da redditi da lavoro, contro il 63,8% delle famiglie di italiani. I trasferimenti sociali incidono per una quota dell'8,3% (32,7% per gli italiani). Tra gli italiani, i redditi da lavoro delle persone laureate sono del 75% più elevati di quelli delle persone con licenza elementare (valore mediano pari a 1.868 euro mensili contro 1.067); tra gli stranieri la differenza si riduce dell'8%: 1.039 contro 959 euro.

MADRI STRANIERE MENO PRESENTI SU MERCATO LAVORO - Se vivono in coppia con figli le straniere percepiscono un reddito da lavoro in percentuale più bassa (sono il 47,5%) delle donne italiane nella stessa situazione familiare (57,3%). Ciò è più vero ad esempio per le marocchine (22,8%), meno per le filippine (87,2%). Quando le immigrate vivono in coppia ma non hanno figli percepiscono redditi in misura superiore rispetto alle italiane (59,7% contro 54,6%).

 

Blastocisti e PGs sempre buone tecniche?

Quanti embrioni arrivano dopo 5 giorni di coltura a blastocisti? Si calcola circa il 50% da un recente lavoro scientifico su queste tecniche con una percentuale di gravidanze cliniche del 14% per Pick-Up. I nostri risultati (Centro Biofertility 2016) senza coltura a blastocisti o PGs ci hanno mostrato un tasso di gravidanze clinico del 32% per Pick-Up
riprova

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...