L’alimentazione migliore durante la gravidanza

 
E-mail Stampa

La donna in gravidanza ha bisogno di carboidrati, fibre, proteine, frutta, verdura e omega 3

alimentazione-gravidanzaLa donna in gravidanza ha bisogno di una dieta variegata e bilanciata, ricca di carboidrati complessi (pane, pasta e riso), fibre, proteine ad alto valore biologico (carne, pesce e uova), frutta, verdura e infine i grassi da preferire quelli polinsaturi (omega3) e monoinsaturi (olio di oliva), questo fornisce al feto tutti i principi nutritivi utili per un corretto e sano sviluppo.

Risulta invece fortemente sconsigliato il consumo di carni non cotte, quindi affettati, salumi, ma anche di pesce crudo, latte non pastorizzato (cosiddetto latte crudo, cioè appena raccolto senza alcun processo di rettifica) e di formaggi freschi.

La toxoplasmosi, malattia parassitaria trasmissibile attraverso il consumo di alimenti crudi (per esempio, carne poco cotta, affettati), rappresenta per la donna in gravidanza un vero e proprio rischio. Un possibile vettore di questa malattia oltre al consumo di carni crude è anche il contatto con animali felini quali il gatto. Una volta che questo protozoo si introduce nell’organismo della donna gestante può attraversare la placenta, arrivare al feto e provocare seri danni alla vista o all’apparato uditivo del nascituro.

Quindi, le avvertenze principali sono innanzitutto di fare sempre attenzione alla cottura delle carni, evitare salumi e affettati, evitare il contatto diretto con gatti, e sottoporsi nelle prime settimane della gravidanza ad un esame (titolo anticorpale per la toxoplasmosi), per evitare qualsiasi ipotetico rischio. Un’altra raccomandazione fondamentale è quella di cuocere sempre le uova al fine di evitare la trasmissione di infezioni batteriche quali la salmonellosi. È inoltre buona norma lavarsi sempre la mani dopo aver toccato il guscio delle uova.

La supplementazione di acido folico (vitamina B9), nella donna prima della gravidanza permette di evitare e ridurre il rischio di malformazioni del tubo neurale nel nascituro. Gli alimenti che contengono molto acido folico sono: spinaci, legumi, broccoli, cereali integrali, asparagi e agrumi, purtroppo questi cibi, anche se mangiati in grande quantità non riescono a soddisfare i livelli raccomandati; quindi si consiglia alle gestanti di assumere degli integratori di questa vitamina in quantità pari a 0,4 mg al dì (400μg), almeno un mese prima del concepimento, continuando per i 2-3 mesi successivi. È scientificamente provato che questa supplementazione riduce di circa il 40% l’insorgenza di anomalie a carico del sistema nervoso embrionale.

Per quanto riguarda il fabbisogno di alcuni minerali e vitamine in gravidanza risulta aumentato, in particolare quello del calcio per il quale si richiede un apporto di 1200 mg al giorno, indispensabile soprattutto nel primo trimestre di gravidanza in quanto la madre trasferisce buona parte di questo calcio al feto.

Anche per quanto riguarda il ferro, si consiglia un supplemento pari a 30 mg al giorno, e ovviamente è anche previsto un aumentato fabbisogno di magnesio e vitamina C.

Per quanto riguarda i vari condimenti si consiglia sempre l’olio di oliva extravergine, ricco di acidi grassi monoinsaturi.

Anche in gravidanza il suggerimento è quello di bere molto, è preferibile berne almeno un litro e mezzo/due.

Molte donne soprattutto nei primi mesi di gravidanza sono afflitte da questa sensazione di nausea, e a volte anche di vomito, quello che si consiglia è di fare piccoli spuntini durante tutta la giornata, al mattino sono da preferire cibi secchi e croccanti, come fette biscottate, crackers, cornflakes e sono da evitare al risveglio liquidi come latte o acqua, che vanno assunti nel resto della giornata.

Cosa evitare durante la gravidanza:

  • Bevande nervine, quali caffè, coca cola, thè e cioccolato, non esagerare con l’assunzione.
  • Bevande alcoliche e superalcolici, sono molto pericolosi sia per la madre che il feto.
  • Molluschi e selvaggina (in quanto potrebbero essere vettori di molte malattie).
  • Verdura e frutta non adeguatamente lavate (infatti si consiglia di utilizzare dei disinfettanti antimicrobici per lavare con cura frutta e verdura).
  • Come una qualunque sana abitudine, si consiglia di limitare l’apporto di sodio (5 g al giorno), per ridurre i rischi di ipertensione arteriosa e quindi di gestosi.
  • Smettere di fumare: questo è fondamentale poiché potrebbe influire negativamente sulla normale crescita fetale e incrementa il rischio di parto pretermine.

Da numerosi studi epidemiologici è emerso che un alterato stato nutrizionale durante la gravidanza potrebbe predisporre il nascituro all’insorgenza in età adulta di patologie molto diffuse ormai nelle nostre società, quali il diabete, l’aterosclerosi, l’obesità e l’ ipertensione.

L’attività fisica anche in gravidanza rimane sempre un’arma infallibile per combattere l’insulino-resistenza-l’iperglicemia post prandiale, soprattutto nei casi di insorgenza di diabete gestazionale, ed infine per ridurre il peso corporeo. Un moderato esercizio fisico pari a 30 minuti di camminata al giorno, porta esclusivamente a benefici per la donna, e non arreca nessun rischio al bambino.

 

Altri Articoli - Nutrizione

Blastocisti e PGs sempre buone tecniche?

Quanti embrioni arrivano dopo 5 giorni di coltura a blastocisti? Si calcola circa il 50% da un recente lavoro scientifico su queste tecniche con una percentuale di gravidanze cliniche del 14% per Pick-Up. I nostri risultati (Centro Biofertility 2016) senza coltura a blastocisti o PGs ci hanno mostrato un tasso di gravidanze clinico del 32% per Pick-Up
riprova

Vino e superalcolici, quali differenze

I secondi privi di caratteristiche salutari.
riprova

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI