Falsi magri, tra complicanze cardiovascolari e diabete

 
E-mail Stampa

L'obesità non è sempre legata al peso. Così anche persone magre possono soffrire di problemi di salute degli obesi. Colpisce il 15% della popolazione

 

obesa"Si può essere magri e obesi allo stesso tempo. E spesso non ce ne accorgiamo". A spiegarlo è Laura Di Renzo, docente di Alimentazione e Nutrizione Umana presso l'università Tor Vergata di Roma. "E' stata identificata - spiega a Vita che Nasce - una nuova sindrome detta anche delle normopesobese o sindrome De Lorenzo, dal nome del suo scopritore". Come spiega la Di Renzo, nei soggetti in questione c'è solitamente "un buono stato di salute e una situazione di normopeso, identificata con l'indice di massa corporea, ma con una percentuale di massa grassa superiore al 30%, condizione che porta queste donne ad essere definite obese".

Si tratta, insomma, dei falsi magri: il grasso non si vede all'esterno ma è nascosto sotto la pelle. Non ci sono i cosiddetti "maniglioni dell'amore" che tanto angosciano le donne, eppure la linea non è quella che tutte vorrebbero. Tra le prime conseguenze di questa scoperta, la necessità di ritarare l'indice di massa corporea.

"La sindrome, spiega la Di Renzo, è tipicamente femminile e in Italia colpisce almeno il 15% della popolazione. Il tessuto adiposo si espande, a fronte di una riduzione della massa muscolare. Abbiamo quindi un soggetto normopeso, obeso e sarcopenico. Il tessuto che più si riduce è quello delle gambe, compromettendo anche il metabolismo cellulare e il fabbisogno energetico dell'individuo. "Non sapendo di essere in questa condizione - spiega la Di Renzo - basta eccedere di 2-300 calorie giornaliere, mangiando in più ogni giorno il corrispettivo energetico di una mela, per continuare ad accumulare massa grassa nel nostro corpo, prendendo anche 6-10 chili in un anno". Ci sono poi i parametri di alterazione cardiometabolica: a causa dell'eccesso di massa grassa, il colesterolo cosiddetto "buono" si riduce mentre aumenta quello "ossidato". "La colesterolemia - aggiunge la docente - resta apparentemente nella norma, in realtà aumenta il rischio cardiovascolare".

 

 

Altri Articoli - Nutrizione

Blastocisti e PGs sempre buone tecniche?

Quanti embrioni arrivano dopo 5 giorni di coltura a blastocisti? Si calcola circa il 50% da un recente lavoro scientifico su queste tecniche con una percentuale di gravidanze cliniche del 14% per Pick-Up. I nostri risultati (Centro Biofertility 2016) senza coltura a blastocisti o PGs ci hanno mostrato un tasso di gravidanze clinico del 32% per Pick-Up
riprova

Vino e superalcolici, quali differenze

I secondi privi di caratteristiche salutari.
riprova

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI