Helicobacter, una minaccia per la nostra salute

 
E-mail Stampa

Se non contrastato con specifici antibiotici può addirittura provocare il cancro allo stomaco

helicoUna delle scoperte più importanti in campo medico degli ultimi anni è quella dell’Helicobacter pylori, batterio che si insedia nel nostro stomaco ed è causa di molte patologie, tra le quali le più comuni la gastrite e l’ulcera.

In generale, in Europa è presente in circa il 20% delle persone al di sotto dei 40 anni e nel 50% di quelle sopra i 60 anni. La trasmissione del batterio avviene per via oro-fecale o per via orale. Quella oro-fecale è sicuramente dovuta alle scarse condizioni igieniche e alla contaminazione delle acque. Infatti, la presenza di questo batterio è molto elevata soprattutto nei paesi in via di sviluppo dove la prevalenza di questa infezione arriva fino all’80-85% dei casi.

L’Helicobaceter pylori presenta delle caratteristiche uniche che gli permettono di sopravvivere e riprodursi nel nostro organismo resistendo all’ambiente acido dello stomaco. Tramite la capacità di produrre ureasi, sostanza capace di neutralizzare l’acido dello stomaco, il batterio crea intorno a sé un ambiente alcalino. Inoltre, questo batterio, per la presenza di adesine e flagelli è in grado di aderire alle pareti dello stomaco. Una volta stanziato inizia sia a produrre le fosfolipasi, enzimi che danneggiano il muco normalmente presente nello stomaco, sia a creare un effetto tossico sulle cellule della superficie dello stomaco stesso.

È di fondamentale importanza eliminare completamente il batterio dall’organismo, poiché nel 90% dei casi, se si cura esclusivamente l’ulcera o la gastrite con i farmaci, sicuramente dopo pochissimo tempo l’Helicobaceter pylori sarà di nuovo in grado di causare la recidiva. Quindi è importante in questi casi l’utilizzo di una buona cura antibiotica in grado di debellare del tutto il batterio.

È importante ricordare inoltre, che una prolungata gastrite causata dalla presenza di Helicobaceter pylori darà luogo all’atrofia delle ghiandole che producono acido nello stomaco, quindi si formeranno ulcere. Un’altra importante complicanza derivante dalla permanenza di questo batterio nel nostro organismo è lo sviluppo del cancro gastrico e metaplasia intestinale. La scoperta dell’infezione da Helicobaceter pylori come causa di tutte queste patologie ha fornito alla medicina un grande passo avanti per sconfiggere molte delle malattie di cui prima non si conosceva e comprendeva l’origine.

Ad oggi esistono due tipologie di indagini per diagnosticare la presenza dell’Helicobaceter pylori. Tra i metodi non invasivi vi sono:

  • La ricerca dell’antigene fecale dell’Helicobaceter pylori, che consiste di un kit presente in commercio che permette di individuare il batterio nelle feci
  • Il “breath test all’urea marcata”, ovvero il test del respiro con ingestione di urea marcata con carbonio 13 (questa metodica di indagine ha un rilevante grado di sensibilità e specificità).

Invece tra i metodi più invasivi, ma che permettono al contempo di fornire una diagnosi più dettagliata c’è l’esofagogastroduodenoscopia con biopsia dello stomaco. Questa indagine permette di rilevare sia la presenza dell’Helicobaceter pylori ma anche il livello dei danni prodotti da questa infezione alla mucosa gastrica e intestinale. Il trattamento eradicativo quindi prevede l’utilizzo di una adeguata terapia antibiotica. E’ opportuno inoltre, per avere conferma dell’avvenuta eradicazione, ripetere la ricerca della presenza/assenza del batterio con uno dei test suindicati.

 

Altri Articoli - Nutrizione

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI