Intolleranza ai latticini, la colpa è di un enzima...che non c'è

 
E-mail Stampa

latte_vaccinoPerché alcune persone possono assumere prodotti come latte, formaggi e derivati e altre invece no? Spesso sentiamo parlare di “intolleranza al lattosio”, ma di cosa si tratta in realtà? Il lattosio è il principale zucchero contenuto nel latte e nei suoi derivati; le persone che presentano un’intolleranza a questo zucchero, in seguito all’ingestione di prodotti lattiero-caseari, manifestano nel giro di qualche ora sintomi come diarrea, dolori addominali, nausea, flautolenza e talvolta vomito. A livello fisiologico l’intolleranza al lattosio è causata da una carenza di un enzima, la lattasi, che scinde il lattosio in zuccheri più semplici che vengono poi assorbiti dal tratto gastrointestinale.

Se non viene correttamente digerito, il lattosio rimane nell’intestino e lì viene fatto fermentare dalla flora batterica intestinale con conseguente produzione di gas e di diarrea.

Esistono tre tipi principali di intolleranza al lattosio: nel primo caso può manifestarsi fin dalla nascita per cui il bambino dovrà essere nutrito con alimenti senza lattosio. Nel secondo caso, l’intolleranza al lattosio si manifesta nell’età adolescenziale, quando l’attività dell’enzima lattasi si riduce progressivamente fino a scomparire del tutto in età adulta. Infine, abbiamo un terzo caso in cui l’intolleranza viene detta “transitoria” e si manifesta a causa di un virus, il rotavirus, ma regredisce nel giro di 3-4 mesi.

Attualmente non esiste una cura per l’intolleranza al lattosio; il cardine della terapia è la dieta a ridotto contenuto della sostanza. La quantità di lattosio tollerata dai vari soggetti è molto variabile per cui è bene eliminare gradualmente gli alimenti iniziando da quelli a più alto contenuto di lattosio come yogurt, latte e formaggi freschi che possono tranquillamente essere sostituiti con alimenti analoghi privi di questo zucchero. È bene sapere inoltre che il lattosio non è contenuto solo nel latte e nei suoi derivati freschi, ma anche in alcuni tipi di pane, dolci al forno, cereali, margarine, caramelle e salami. Per questo motivo, nei casi in cui non sia possibile eliminare del tutto gli alimenti contenenti lattosio, è disponibile in farmacia una lattasi in compresse, che, ingerita insieme al cibo, aiuta la digestione dello zucchero.

 

 

Altri Articoli - Nutrizione

Blastocisti e PGs sempre buone tecniche?

Quanti embrioni arrivano dopo 5 giorni di coltura a blastocisti? Si calcola circa il 50% da un recente lavoro scientifico su queste tecniche con una percentuale di gravidanze cliniche del 14% per Pick-Up. I nostri risultati (Centro Biofertility 2016) senza coltura a blastocisti o PGs ci hanno mostrato un tasso di gravidanze clinico del 32% per Pick-Up
riprova

Vino e superalcolici, quali differenze

I secondi privi di caratteristiche salutari.
riprova

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI