Osteoporosi, la prevenzione inizia da bambini. Con il latte

 
E-mail Stampa

Per sconfiggere la comune malattia delle ossa è necessario assumere calcio sin da piccoli

latte_vaccinoRafforzare e proteggere le nostre ossa è fondamentale già dalla tenera età. Infatti, proprio durante la crescita dei primi anni di vita l’osso assume la sua struttura, raggiungendo un picco di densità ossea intorno ai 20 anni. Un comportamento alimentare scorretto e un errato stile di vita già da bambini, possono portare con l'età alla formazione dell'osteoporosi.

L’osteoporosi è definita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come “una malattia sistemica multifattoriale che porta a una riduzione progressiva della massa ossea ma non solo: provoca anche alterazioni nella microarchitettura dell’osso con conseguente fragilità”. Tra le complicanze più gravi derivanti da questa patologia ci sono sicuramente le fratture, soprattutto vertebrali e femorali. Circa il 40% delle persone che soffrono di una frattura osteoporotica andrà incontro, nel corso del tempo a successive fratture che possono portare a complicanze importanti.

I fattori che favoriscono l’insorgenza dell’osteoporosi sono:

  • L’età
  • La razza caucasica
  • Il sesso femminile
  • La costituzione magra
  • La fase post-menopausa (sia chirurgica che precoce), in cui si assiste ad una rapida perdita della massa ossea dovuta al mancato stimolo che gli estrogeni esercitano sull’osso provocandone la mineralizzazione
  • Fumo
  • Errato stile di vita, dove si intende la mancata attività fisica e l’insufficiente apporto di calcio

È importante sottolineare il fatto che l’osteoporosi è la conseguenza di un processo fisiologico, esasperato in senso negativo che può insorgere dall’età di 40-45 anni, ma che risente di tutte le alterazioni subite durante tutto il corso della vita.

Tra le metodiche più utilizzate per diagnosticare l'osteoporosi, la più utilizzata è la MOC (mineralometria ossea computerizzata). Questo esame permette al medico di capire le quantità di calcio contenute in quelle parti dello scheletro che vengono analizzate. La MOC, insieme ad altri parametri, serve a valutare il rischio di eventuali fratture. Il metodo più affidabile per misurare questo rischio è la DEXA (densitometria doppio raggio X) che ci permette in maniera abbastanza precisa di avere una stima della densità ossea.

Risulta fondamentale quindi il ruolo di un adeguato stile di vita necessario per garantire un buon apporto di calcio e vitamina D, ma anche un corretto equilibrio ormonale. Dal punto di vista nutrizionale si può intervenire aumentando o regolarizzando l’apporto di calcio, ricorrendo ad alimenti che contengono calcio ad elevata biodisponibilità, sin dai primi anni di età e soprattutto nell’adolescenza. L'uso di integratori di calcio e vitamina D è importante soprattutto per le donne che si trovano in gravidanza o in menopausa. Nell’età matura, per rallentare la perdita ossea, si può agire attraverso l’alimentazione e l’attività fisica.

Nell’immaginario comune quando si parla di calcio in genere ci si riferisce quasi sempre a fonti alimentari quali latte e derivati del latte, ma non sono solo questi alimenti che presentano un alto contenuto di calcio, l’elemento che contiene il maggior quantitativo di calcio biodisponibile è sicuramente l’acqua.

 

 

Altri Articoli - Nutrizione

Blastocisti e PGs sempre buone tecniche?

Quanti embrioni arrivano dopo 5 giorni di coltura a blastocisti? Si calcola circa il 50% da un recente lavoro scientifico su queste tecniche con una percentuale di gravidanze cliniche del 14% per Pick-Up. I nostri risultati (Centro Biofertility 2016) senza coltura a blastocisti o PGs ci hanno mostrato un tasso di gravidanze clinico del 32% per Pick-Up
riprova

Vino e superalcolici, quali differenze

I secondi privi di caratteristiche salutari.
riprova

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI