Quando si può parlare di sterilità di coppia

 
E-mail Stampa PDF

La sterilità di coppia è quella condizione in cui vi è assenza di concepimento dopo un anno di rapporti sessuali frequenti e non protetti. In questa definizione viene sottolineata l’ importanza di due fattori: il tempo e la frequenza dei rapporti

Si può parlare di sterilità dopo un anno di rapporti sessuali non protetti senza concepimento

coppia-mareLa sterilità di coppia è quella condizione in cui vi è assenza di concepimento dopo un anno di rapporti sessuali frequenti e non protetti. In questa definizione viene sottolineata l’ importanza di due fattori: il tempo e la frequenza coitale. Per quanto riguarda il limite temporale di almeno un anno, studi sulla fertilità naturale della specie umana hanno dimostrato come, anche in assenza di condizioni patologiche, la probabilità di ottenere un concepimento che esiti nella nascita di un bambino vivo, entro un ciclo mestruale, sia solo del 25%; probabilità che aumenta fino al 72% dopo sei mesi, e che diviene pari all’ 80-90% dopo un anno. Per quanto riguarda la frequenza coitale, è stato dimostrato come la probabilità di concepimento sia pari al 15% nelle coppie che abbiano rapporti con frequenza settimanale e dell’ 83% nelle coppie con quattro o più rapporti settimanali.

Vale infine la pena ricordare come anche la variabile età (in particolar modo quella femminile) incida significativamente sulla sterilità di coppia.

Innumerevoli studi hanno dimostrato in modo inequivocabile come vi sia una riduzione statisticamente significativa della fertilità femminile con l’avanzare dell’età e come il trentacinquesimo anno di età rappresenti per la donna un limite oltre il quale si verifica un’irreversibile e progressiva riduzione della fertilità.

Si è soliti parlare di sterilità primaria quando la coppia non ha mai ottenuto una gravidanza, di sterilità secondaria quando la coppia ha riportato almeno una gravidanza a termine. Infine, per infertilità, si intende l’incapacità di portare a termine una gravidanza in una donna in grado di concepire.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Twitter: @Claudio_Manna

 

Blastocisti e PGs sempre buone tecniche?

Quanti embrioni arrivano dopo 5 giorni di coltura a blastocisti? Si calcola circa il 50% da un recente lavoro scientifico su queste tecniche con una percentuale di gravidanze cliniche del 14% per Pick-Up. I nostri risultati (Centro Biofertility 2016) senza coltura a blastocisti o PGs ci hanno mostrato un tasso di gravidanze clinico del 32% per Pick-Up
riprova

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna