Poliabortività: tra i principali imputati c’è “il corredo cromosomico anomalo”

 
E-mail Stampa PDF

aborto_pancioneLa più comune complicanza della gravidanza è l’aborto spontaneo che si verifica entro le 24 settimane di gestazione. Spesso non si conosce il vero motivo che porta all’interruzione della gravidanza ma la comunità scientifica ha identificato in natura alcuni fattori che possono provocare l’infelice evento. Tra i più comuni fattori di rischio si classificano l’alcool e le droghe ma anche l’assunzione di caffeina quando supera i 300 mg al giorno (più di 3 tazze).

Anche se non rientrano tra le principali cause di aborto ricorrente, le infezioni batteriche, virali e fungine possono comunque interferire con il normale sviluppo fetale nelle primissime settimane di gravidanza, ragion per cui lo screening per Toxoplasmosi, Rosolia, cytomegalovirus ed herpes (TORCH) è obbligatorio nelle gestanti. Altro importante fattore di rischio è l’età materna: il rischio di aborto incrementa progressivamente dall’età di 35 anni, aumentando dal 9% a 20-24 anni al 75% a 45 anni ed oltre, in quanto con l’età aumenta conseguentemente anche il rischio di anomalie cromosomiche. Queste rappresentano la causa più frequente di aborto spontaneo; quest’ultimo caso è interessante da analizzare poiché è stato dimostrato che il fenomeno dell’aborto spontaneo non è dovuto solo ad anomalie cromosomiche riguardanti il corredo cromosomico dei genitori, ma anche quello proprio del feto. Consideriamo un esempio pratico: un’anomalia cromosomica di cui uno dei partner è portatore (solitamente una traslocazione bilanciata), è considerata la sola causa indiscussa di aborto ricorrente; ma se il cariotipo di entrambi i partner è normale, qual è allora la causa?

Uno studio condotto da alcuni ricercatori giapponesi ha preso in considerazione 482 donne che avevano avuto in precedenza ripetuti aborti spontanei. I risultati hanno dimostrato che solo il 24,5% dei casi di aborti spontanei era dovuto a cause di natura inspiegabile, mentre il restante era dovuto ad un cariotipo embrionale anormale. Tra queste anomalie circa il 96% riguardava il numero (trisomie, poliploidie, monosomie) mentre il restante 4% riguardava anomalie strutturali (traslocazioni).

 

Altri Articoli - Riproduzione

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI