Embrione, la Corte europea ne vieta un uso industriale

 
E-mail Stampa PDF

La Corte di Giustizia europea definisce il concetto di embrione e ne vieta l'uso industriale

embrioneGli embrioni non potranno più essere utilizzati a fini industriali. La sentenza della Corte europea di Giustizia del 18 ottobre scorso affronta due argomenti importanti e collegati tra loro: il concetto di embrione e il suo sfruttamento commerciale.

Definizione di embrione. Il primo argomento è quello della definizione di embrione che però viene precisato non intende “affrontare questioni di natura medica”. Viene qualificato come embrione “anche l’ovulo umano non fecondato in cui sia stato impiantato il nucleo di una cellula umana matura”. Qui per nucleo di cellula umana ci si riferisce sicuramente allo spermatozoo ma non solo in quanto nell’ovocita privato del suo nucleo si potrebbe inserire il nucleo di un'altra cellula qualsiasi come si fa per la clonazione. Inoltre rientrano nella nozione di embrione anche “ovuli umani non fecondati, stimolati attraverso la partenogenesi a dividersi e svilupparsi”. È utile qui precisare che la Partenogenesi è una procedura che già si verifica qualche volta in natura e consiste nello sviluppo di un embrione derivante solo dall’ovocita senza l’intervento dello spermatozoo. Questa procedura può essere attivata anche in laboratorio con particolari stimoli.

Un concetto “ampio”. L’entità chiamata embrione inizia, pertanto, secondo la Corte, nel momento in cui lo spermatozoo penetra nell’ovocita. Ciò può avvenire sia in modo naturale come avviene all’interno del corpo e precisamente nella tuba dove spermatozoi ed ovocita si incontrano dopo l’ovulazione. Sia artificialmente come nella Fecondazione assistita mediante la Fivet o la Icsi. Ma anche quando si effettua la clonazione in cui il nucleo di un ‘altra cellula viene trasferito nel citoplasma dell’ovocita privato del suo nucleo originario. Ovvero con la partenogenesi che abbiamo descritto.

blastocisti

blastocisti

Discrepanze con il mondo scientifico. In realtà negli ambienti medici (partendo dalle lezioni universitarie a ai centri di Fecondazione assistita) e negli ambienti scientifici si intende per embrione quello stadio finale della fecondazione quando si verifica la cosiddetta singamia (embrione unicellulare). Con quest’ultima il patrimonio genetico maschile e quello femminile si fondono da un punto di vista cromosomico.

Un'ambiguità terminologica: il pre-embrione. Indubbiamente una volta che lo spermatozoo è penetrato all’interno dell’ovocita si innescano delle reazioni che se lasciate andare avanti indisturbate portano alla formazione dell’embrione nella grandissima maggioranza dei casi. Sicuramente si era anche creata un’ambiguità terminologica in molti ambienti anche scientifici dove per pre-embrione si intendevano entità embrionali molto avanzate (spesso fino a 14 giorni dopo la fecondazione). Questa denominazione cominciò ad essere usata (piuttosto incoerentemente rispetto a quelle più classiche) dopo che le tecniche di Fecondazione in vitro umane erano entrate nella routine clinica e le sperimentazioni sull’embrione si erano moltiplicate. Le tecniche di Fecondazione assistita consentono oggi facilmente di staccare una o più cellule dell’embrione per analizzarle (come nella Diagnosi preimpianto) ma anche per farle moltiplicare indefinitamente e costituire nuove entità embrionali o assai simili all’embrione di partenza.

No allo sfruttamento industriale. Questo provvedimento legislativo in pratica limita fortemente la sperimentazione sull’embrione umano e impedisce lo sfruttamento commerciale e la brevettabilità di procedure e tecnologie che su di esso si potrebbero attuare (il vero fine del provvedimento legislativo). Anche per questo era necessario un arretramento ed una precisazione del periodo in cui

pronuclei
l'ovocita allo stadio di 2 pronuclei

si definisce l’entità embrionale. Infatti, il fatto stesso che esistono embrioni (in senso classico e cioè da due cellule in poi) o precursori di

embrio_2_cell
l'embrione da due cellule

essi (ad esempio l’ovocita allo stadio di 2 pronuclei, conosciuto anche con il nome di ootide) crioconservati pone già da tempo il problema del loro utilizzo a fini commerciali, iniziando da quelli abbandonati dai genitori nei centri di fecondazione assistita. Con questo dispositivo di legge questa evenienza viene pertanto assolutamente esclusa.

 

Questa sentenza è bene chiarire che non riguarda la pratica della Fecondazione assistita per superare alcuni problemi di infertilità. Il provvedimento, però, indubbiamente riveste l’embrione di una particolare dignità.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Twitter: @Claudio_Manna

 

Altri Articoli - Riproduzione

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI