Cose da sapere prima di donare il cordone ombelicale

Condividi
Tweet
 
Lunedì 05 Dicembre 2011 00:00 Scritto da Francesco Crescenzi e Claudio Manna
Stampa

L'anamnesi di chi dona il sangue del cordone ombelicale è fondamentale. Ecco cosa c'è da sapere

L'anamnesi accurata di chi dona il sangue del cordone ombelicale è fondamentale. Ecco cosa c'è da sapere

cordone_ombelicalePrima di procedere al prelievo di sangue placentare il personale medico della Banca opera una selezione delle donatrici nel rispetto delle normative vigenti in materia di donazione di sangue umano sottoponendo le gestanti ad una accurata e completa anamnesi. La raccolta anamnestica comprende l’anamnesi familiare e patologica dei genitori del nascituro e l’anamnesi ostetrica.

Come per la donazione di sangue, esistono condizioni cliniche e comportamenti a rischio che precludono la donazione di sangue placentare. Ecco i criteri di esclusione che indicano una controindicazione assoluta alla raccolta del sangue del cordone ombelicale e comprendono:

Altri criteri di esclusione alla donazione sono di natura ostetrica e comprendono:

Per concludere un colloquio preliminare con un’ostetrica, un’infermiera o un medico del centro di raccolta è importantissimo ed essenziale per verificare l’idoneità alla donazione. Questa accurata anamnesi è fondamentale prima della donazione del Sangue di Cordone Ombelicale perché è regolata dalle leggi trasfusionali che identificano i criteri di idoneità.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Tags:

Vedi anche