Drop Out in PMA versus Fecondazione Eterologa

 
E-mail Stampa PDF

Drop Out in PMA versus Fecondazione EterologaIl “drop out” nella PMA è un fenomeno comune, come dimostrano dati di letteratura nazionale ed internazionale e che, sembra, si sia accentuato negli ultimi anni.

La riduzione del numero di cicli di PMA eseguiti in Italia, come dimostrano i dati del Registro nazionale dell’ISS, potrebbe essere dovuto anche a questo fenomeno. Le ragioni del “drop out” probabilmente sono numerose. Tra esse le difficoltà economiche sopravvenute negli ultimi anni, un’ offerta di cicli da parte dei centri pubblici inadeguata alla domanda, specialmente nel centro sud con liste d’attesa lunghe. Tuttavia, non possiamo escludere anche altri aspetti come la capacità delle coppie di far fronte ad un percorso avvertito come molto faticoso. Forse anche la ridotta capacità dei centri e degli operatori di offrire risposte adeguate a domande sempre più esigenti sul piano della relazione medico-paziente può aver influito nel “drop out” in PMA.

E’ possibile che si manifesti anche una “stanchezza” dei pazienti e degli operatori a vivere percorsi molto faticosi e trattare casi molto difficili. Infatti, l’aumento dell’età media della donna che si rivolge ai centri di PMA rende la situazione clinica sempre più complessa, perchè le probabilità di gravidanza si riducono drasticamente e la personalizzazione estrema dei percorsi in questi casi per offrire risultati accettabili è molto costosa da numerosi punti di vista.

Differenze molto elevate in percentuali di gravidanze tra vari centri di PMA negli stessi gruppi di età elevata rendono problematica la loro interpretazione. La possibilità di eseguire l’ovodonazione in questo contesto, specialmente ora che le leggi in Italia lo consentono, rendono lo” shift” dalla PMA omologa a quella eterologa molto più probabile e riguarda anche partner femminili di età compresa tra i 40 ed i 45 anni non necessariamente con riserva ovarica particolarmente ridotta. Per queste donne, infatti, si tratta spesso di scegliere in via teorica tra probabilità di gravidanza inferiori al 10% con la PMA omologa e superiori al 60% con quella eterologa. Quando passare dalla fecondazione in vitro omologa a quella eterologa diventa perciò una questione cruciale ed ancora lontana da un consenso. Benchè esistano delle linee guida internazionali in proposito la loro applicazione in Italia deve tener conto di molteplici fattori tra cui: l’accertamento realistico della riserva ovarica, la valutazione approfondita della qualità dei tentativi eseguiti in precedenza, la valutazione della “compliance” della coppia nell’affrontare percorsi di PMA faticosi, la qualità del percorso nell’eterologa che riguarda anzitutto quella dei gameti utilizzati e specialmente di quelli crioconservati. Certamente la professionalità dei centri di PMA è messa molto più alla prova nei percorsi di PMA omologa nei casi difficili che non in quelli destinati all’ovodonazione.

 

Altri Articoli - Riproduzione

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI