La stimolazione per la fecondazione assistita con una sola puntura

 
E-mail Stampa PDF

L’Elonva rende più semplice la icsi e la fivet. Ma non è un farmaco adatto a tutte le donne

elonvaFinalmente anche in Italia, nell’ambito della fecondazione assistita, i medici possono prescrivere l’Elonva che dopo molti studi si presenta come una vera novità. Per le donne che devono sottoporsi ad ICSI o Fivet e che hanno una riserva ovarica normale una sola somministrazione di gonadotropine dura per sette giorni di stimolazione. Normalmente una stimolazione dura circa 10 giorni in tutto e si è visto come in circa un terzo dei casi una sola puntura del farmaco può bastare per tutto un ciclo di terapia . Nel restante due terzi dei casi altre 2 o 3 punture giornaliere completeranno la stimolazione.

Lo studio. Il più grande studio eseguito finora sugli effetti delle gonadotropine nella ICSI e nella FIVET (1.506 donne in uno studio condotto in 34 Centri nel mondo e coordinato da Devroy) ha dimostrato come i risultati con Elonva sono sovrapponibili a quelli con il farmaco tradizionale giornaliero (Puregon nello studio) . Infatti, sono stati confrontati nei due gruppi di pazienti il numero di follicoli sviluppati (16 contro 13,9), gli ovociti raccolti (13,8 contro 12,1), gli embrioni di buona qualità sviluppati (2,6 contro 2,5) e il tasso di gravidanze ottenute (38,9% contro 38,1%), con risultati lusinghieri.

graficoIl meccanismo del farmaco. Si sa che la quantità del farmaco stimolante nel sangue dopo la puntura di Elonva raggiunge molto presto concentrazioni elevate per poi scendere piano piano dopo sette giorni. Invece con le punture giornaliere ci vogliono parecchi giorni per raggiungere e mantenere nel sangue gli stessi livelli.

Pro e contro. Questo farmaco innovativo può ridurre di molto l’impegno e lo stress della donna nella stimolazione ovarica per ICSI o Fivet in quanto si evitano le punture per almeno sei giorni o per tutta la durata della stimolazione. Esso però non deve essere utilizzato in pazienti che potrebbero rispondere troppo alla stimolazione come nei casi di riserva ovarica elevata, perché poi non c’è modo di fermare l’azione del farmaco ed il rischio di iperstimolazione sarebbe molto elevata. Infatti, la struttura chimica di Elonva è tale che si degrada molto lentamente nel sangue ed esplica perciò la sua azione per un periodo sette volte più lungo.

Una scelta in più. Purtroppo le donne che hanno una riserva ovarica normale (cioè non eccessiva come nell’ovaio policistico né troppo bassa come chi ha un’età elevata) sono solo una percentuale di tutte quelle che devono effettuare la Fecondazione assistita. Pertanto la giusta scelta delle pazienti sulle quali applicare l’uso del farmaco è decisiva e rientra pienamente nella personalizzazione delle terapie che è la strada maestra per ottenere i migliori risultati.

Altre possibili applicazioni dell’Elonva sono in corso di studio e non si escludono novità positive per altri gruppi di pazienti. In conclusione perciò questo farmaco renderà meno stressante e faticosa la ICSI o la Fivet senza ridurne i risultati.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Twitter: @Claudio_Manna

 

Altri Articoli - Riproduzione

Prof.Iorio, dieta mediterranea, attività fisica, abolizione/riduzione di fumo e alcool e un uso oculato di omega-3 combattono lo stress ossidativo mantenendo vitali e in buona salute i gameti
riprova
Corso del Prof. Claudio Manna "Come gestire la Coppia Infertile e collaborare con un Centro PMA" svoltosi a Roma, 21 dicembre 2012

Blastocisti e PGs sempre buone tecniche?

Quanti embrioni arrivano dopo 5 giorni di coltura a blastocisti? Si calcola circa il 50% da un recente lavoro scientifico su queste tecniche con una percentuale di gravidanze cliniche del 14% per Pick-Up. I nostri risultati (Centro Biofertility 2016) senza coltura a blastocisti o PGs ci hanno mostrato un tasso di gravidanze clinico del 32% per Pick-Up
riprova

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI