Niente rischi con una ICSI non necessaria

 
E-mail Stampa PDF

L’iniezione intracitoplasmatica in assenza di problema andrologico si può eseguire senza rischi

ICSIL’iniezione intracitoplasmatica dello spermatozoo (ICSI) è stata introdotta nel 1992 per migliorare la fecondazione in coppie con infertilità maschile in fase di fecondazione in vitro (IVF) o in coppie con basso tasso di fecondazione in un ciclo di fecondazione in vitro in cui non vi erano anomalie rilevabili dei parametri seminali.

In realtà i criteri diagnostici utilizzati per identificare il fattore di infertilità maschile non riescono a prevedere con precisione perfetta la scarsa o assente fecondazione in tecniche di riproduzione assistita. Gli studi svolti sino ad oggi sostengono la sicurezza e l'efficacia di ICSI per il trattamento delle varie condizioni dei fattori maschili.

Attualmente è molto aumentata la tendenza ad utilizzare l’iniezione intracitoplasmatica dello spermatozoo, efficace per superare i problemi di una bassa o assente fecondazione nelle coppie con una anomalia evidente dei parametri seminali, anche per altre tipologie di infertilità, in presenza di parametri seminali normali.

I comitati dell’ American Society for Reproductive Medicine di Birmingham in Alabama e la Società per la tecnologia di riproduzione assistita hanno valutato l’utilizzo che si sta facendo della tecnica ICSI in assenza di una giustificata infertilità severa maschile ed hanno previsto una revisione critica analizzando le varie situazioni che si presentano per individuare le situazioni in cui questo può o non può essere di beneficio.

L'uso della ICSI per i pazienti con parametri seminali, borderline o anche normale è diventato più comune. Indicazioni proposte per l'utilizzo della ICSI sono: infertilità inspiegata, scarsa qualità degli ovociti, resa bassa di ovociti, età materna avanzata, la mancata precedente fecondazione con la FIVET, l'uso di routine in tutti i cicli di fecondazione in vitro, test genetici pre-impianto (PGT), la fecondazione dopo la maturazione in vitro degli ovociti (IVM) e la fecondazione degli ovociti crioconservati. Il razionale per tutte queste indicazioni è quello di evitare il più possibile una non fecondazione.

Quando si utilizza la tecnica ICSI nelle situazioni sopra riportate, la probabilità di fallimento di fertilizzazione deve essere opportunamente bilanciata con i rischi potenziali di tale procedura.

In tutti i casi dai vari studi effettuati dagli operatori del settore da quando questa tecnica si applica non ci sono state evidenze importanti di maggior rischio per il feto di essere portatore di anomalie.

Da Fertility and Sterility
Volume 98, Issue 6, dic 2012

 

 

 

Altri Articoli - Riproduzione

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI