In aumento la menopausa precoce?

 
E-mail Stampa PDF

Sembrano sempre di più le donne che si rivolgono al ginecologo per infertilità e scoprono di avere una riserva ovarica ridotta o essere in premenopausa. Se questo è vero ci si potrebbe chiedere se stiamo assistendo ad un aumento reale della condizione di premenopausa o menopausa in un periodo della vita in cui ancora si dovrebbe essere normalmente fertili

In aumento la menopausa precoce?Non si può escludere che oggi una serie di situazioni ambientali negative stia creando dei danni a livello delle ovaie. L’esposizione a fattori tossici certamente è maggiore rispetto ad alcune decine di anni fa.

Tuttavia, in un numero non piccolo di queste donne si scopre anche che le loro mamme erano andate in menopausa tra i 35 ed i 45 anni. Sembrerebbe cioè che ci sia un legame geneticamente rilevante tra quello che sta accadendo alla figlia e quello che si è verificato alla madre o alle rispettive sorelle.

Alcune decine di anni fa, e ancor di più nei secoli precedenti, un tale problema non era molto rilevante.

La maggior parte delle donne (e degli uomini), infatti, non arrivava neanche all’età della normale menopausa, cioè intorno ai 50 anni. Inoltre (forse proprio perchè la vita media era assai  più breve),  l’età della prima gravidanza e poi delle altre era posizionata ben prima dei 30 anni. Il problema di una menopausa precoce  si sarebbe manifestato, perciò, successivamente alla nascita della maggior parte dei propri figli quando la perdita della capacità riproduttiva avrebbe perso significato. In altri termini se le donne oggi cercano il figlio dopo i 35 o 40 anni si svelano molte più condizioni di precoce menopausa del passato.

Abbiamo visto come spesso la menopausa dipenda da fattori genetici. Essere portatori di un’anomalia cromosomica come l’X fragile è, infatti, una causa di menopausa precoce. Naturalmente, la menopausa precoce può dipendere anche da altri fattori come chemio o radioterapie oncologiche oppure situazioni più complesse come la presenza di condizioni immunitarie alterate talvolta associate ad ipotiroidismo con anticorpi antitiroide elevati. In molti casi invece non si riesce a trovare una traccia o un legame con l’esaurimento ovarico precoce.

Si parla di esaurimento ovarico ai fini della riproduzione o di premenopausa non esattamente quando le mestruazioni non ci sono più ma anche quando l’ovulazione avviene sempre più raramente o non si verifica più . Spesso i flussi mestruali saltano e compaiono sintomi come le vampate di calore o le sudorazioni notturne.

Che fare allora?

L’unico modo di prevenire la condizione di infertilità, dovuta ad un esaurimento ovarico precoce, è quella di conoscere l’età della menopausa materna. Nel caso in cui questa si sia effettivamente verificata prima del tempo normale si dovrebbe cercare di accelerare la scelta riproduttiva e parlarne col proprio ginecologo. Egli saprà stabilire quale è in quel momento la riserva ovarica, mediante la conta ecografica dei follicoli antrali e la valutazione dell’ormone AMH. Se all’epoca in cui si scopre di essere a rischio di menopausa precoce non c’è il desiderio di gravidanza che si vorrebbe rinviare si possono crioconservare gli ovociti con la tecnica della vitrificazione che, soprattutto prima dei 30 anni, funziona bene. La ricerca di una gravidanza anche dopo 10 o 15 anni potrebbe essere realisticamente realizzabile anche se la menopausa si sarà già instaurata da molti anni.

 

Altri Articoli - Riproduzione

Prof.Iorio, dieta mediterranea, attività fisica, abolizione/riduzione di fumo e alcool e un uso oculato di omega-3 combattono lo stress ossidativo mantenendo vitali e in buona salute i gameti
riprova
Corso del Prof. Claudio Manna "Come gestire la Coppia Infertile e collaborare con un Centro PMA" svoltosi a Roma, 21 dicembre 2012

Blastocisti e PGs sempre buone tecniche?

Quanti embrioni arrivano dopo 5 giorni di coltura a blastocisti? Si calcola circa il 50% da un recente lavoro scientifico su queste tecniche con una percentuale di gravidanze cliniche del 14% per Pick-Up. I nostri risultati (Centro Biofertility 2016) senza coltura a blastocisti o PGs ci hanno mostrato un tasso di gravidanze clinico del 32% per Pick-Up
riprova

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI