Infertilità inspiegata oggi

 
E-mail Stampa PDF

infertilità inspiegata L’infertilità inspiegata è quella condizione in cui si vivono circa il 15% delle coppie che non trovano la causa della mancata gravidanza nonostante tutti gli esami  e le indagini eseguite. La sensazione, tuttavia, è che questa percentuale sia aumentata e alcuni esperti ritengono che possa arrivare al 30%. Perché queste incertezze in una situazione già incerta per definizione?

In sintesi  le indagini fondamentali  che normalmente si fanno per giungere a questa diagnosi (che è una non diagnosi) sono per l’uomo lo spermiogramma e per la sua partner il monitoraggio follicolare dell’ovulazione e un’esame delle tube per valutare la loro pervietà (Isterosalpingografia). Talvolta se ne aggiungono altre come l’isteroscopia per valutare la cavità uterina, oppure, quelle genetiche come il cariotipo.

Tuttavia, bisogna capire che queste indagini hanno i loro limiti. Lo stesso spermiogramma, per quanto effettuato  correttamente e con un referto  di “normalità”, non indica necessariamente la capacità fecondante degli spermatozoi nel corpo della donna.  Concentrazione, motilità e morfologia nel range di normalità non ci possono dire come è fatto lo spermatozoo al suo interno e se è in grado di giungere a destinazione, penetrando, successivamente, un ovocita dando poi luogo alla formazione di un embrione . La situazione si è maggiormente complicata quando per lo spermiogramma la nuova classificazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sulla base di considerazioni importanti ha abbassato al 4% la soglia degli spermatozoi dotati di forme normali per classificare il soggetto come potenzialmente fertile. Tuttavia, questo vuol solo dire, che chi è dotato del 4% di spermatozoi di forma normale appartiene a quel piccolo gruppo del 5% di individui fertili! In altri termini se io sto in questo gruppo di uomini  dovrei  essere preoccupato  di trovarmi invece assai più probabilmente  nell’altro gruppo (il 95%) che invece non è capace di generare!

In realtà,  anche con un seme normale è opportuno eseguire esami più approfonditi come il Post Coital Test per vedere se gli spermatozoi si bloccano a contatto con il muco cervicale della partner.  Questo è un esame faticoso sia per la coppia che deve avere i rapporti “a comando”, ma anche per il medico che deve eseguirlo magari di domenica perché basato sui cicli mestruali.

Utile può essere fare il test delle frammentazioni del DNA degli spermatozoi per studiare il loro interno, ma soprattutto una visita andrologica che è  in grado di scoprire tante cose sul paziente non valutate dai classici esami.

Per le tube non bisogna illudersi che l’Istenosalpingografia o l’ecoisterosalpingografia ci dicano se quelle tube funzionano bene. La documentata pervietà delle tube, infatt,i non ci dice se esistono  aderenze che potrebbero ostacolare la corretta captazione dell’ovocita ovulato da parte della tuba ed il successivo incontro con lo spermatozoo. L’esame decisivo per questo sarebbe la laparoscopia in cui le tube, le ovaie e l’utero si vedono direttamente. Tuttavia questo esame è un vero  e proprio intervento chirurgico e la maggior parte delle donne non è disposta a subirlo. Ecco allora che il mancato uso di strumenti diagnostici  più efficaci ma  invasivi può portare a sopravvalutare la percentuale di Infertilità inspiegata.

Infine, non dimentichiamo, che fare una diagnosi di infertilità inspiegata ad una coppia molto giovane è diverso che farla ad una di oltre 40 anni. In quest’ultimo caso la necessità di essere veloci nella diagnosi spinge a saltare qualche  passaggio  importante.  Inoltre, la stessa capacità riproduttiva a 40 anni ed oltre appare molto ridotta e tutte le diagnosi, compresa quella di Infertilità inspiegata, tendono a sovrapporsi in una condizione di ipofertilità “fisiologica” per quella età.

 

Altri Articoli - Riproduzione

Prof.Iorio, dieta mediterranea, attività fisica, abolizione/riduzione di fumo e alcool e un uso oculato di omega-3 combattono lo stress ossidativo mantenendo vitali e in buona salute i gameti
riprova
Corso del Prof. Claudio Manna "Come gestire la Coppia Infertile e collaborare con un Centro PMA" svoltosi a Roma, 21 dicembre 2012

Blastocisti e PGs sempre buone tecniche?

Quanti embrioni arrivano dopo 5 giorni di coltura a blastocisti? Si calcola circa il 50% da un recente lavoro scientifico su queste tecniche con una percentuale di gravidanze cliniche del 14% per Pick-Up. I nostri risultati (Centro Biofertility 2016) senza coltura a blastocisti o PGs ci hanno mostrato un tasso di gravidanze clinico del 32% per Pick-Up
riprova

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI