L'informazione. Come dare centralità al paziente nella cura dell’infertilità

Condividi
Tweet
 
Lunedì 16 Luglio 2012 00:00 Scritto da Sebastiana Pappalardo
Stampa

Prima di tutto essere informati. È questa la richiesta principale da parte dei pazienti infertili

medico-e-pazientePrima di tutto essere informati. È questa la richiesta più importante che i pazienti che si sottopongono a fecondazione assistita fanno ai propri medici. Uno studio internazionale qualitativo definito “la cura dell'infertilità centrata sul paziente” è stato organizzato con la collaborazione di varie università europee per verificare se i pazienti provenienti da tutta Europa desiderano ed apprezzano le stesse cose da parte dei medici durante la cura dell'infertilità.

È stato creato un gruppo internazionale di studio basato su 48 pazienti europei provenienti da cliniche per la fertilità di Austria, Spagna, Regno Unito e Belgio per valutare questo aspetto. Sono stati presi in considerazione gli aspetti di cura specifici importanti per i partecipanti provenienti da tutti i paesi, tra cui in particolare:

La stragrande maggioranza dei pazienti intervistati ha dato particolare attenzione alla “fornitura di informazioni”, come una priorità assoluta.

Questo modello di approccio alla coppia, basato sulle prospettive ed aspettative dei pazienti deve essere convalidato in un contesto internazionale. Sebbene l’organizzazione sanitaria e le prestazioni sono diverse tra i vari paesi, le somiglianze delle aspettative dei pazienti infertili sono molto simili. È possibile, oltre che auspicabile, organizzare e sviluppare un modello internazionale europeo di trattamento “per la centralità del paziente nella cura dell'infertilità”.

I Professionisti europei del settore della Riproduzione Assistita possono imparare gli uni dagli altri su come fornire il miglior aiuto possibile alle coppie infertili, essendo ormai noto che una situazione di agio e tranquillità sia fisica che psichica aiuta la coppia e migliora i risultati di questi trattamenti.

Hum. Reprod. Vol. 27 ( 6) 2012

 

 

Tags:

Vedi anche