Test di gravidanza: l’ansia dell’attesa. Come gestirla

 
E-mail Stampa PDF

Test di gravidanza: l’ansia dell’attesa

In un percorso di fecondazione assistita, uno dei momenti vissuti con maggiore ansia dalle coppie e dalla donna in particolare, è il periodo che va dal transfer (trasferimento degli embrioni in utero) al ritiro degli esami beta-HCG, i quali ci dicono se è in atto o meno una gravidanza. Molte donne e anche alcuni uomini riferiscono di vivere questa attesa con un forte senso di impotenza dovuto al fatto che, se fino a quel punto si è potuto fare tutto il possibile per affrontare il problema, in questo momento resta solo da aspettare che la natura faccia il suo corso.

È questo il periodo in cui possono arrivare i sensi di colpa (Avrò fatto tutto in maniera giusta? Mi sono affaticata troppo? Non era meglio stare immobile nel letto?) come se l’attecchimento dell’embrione dipendesse dal totale controllo dei comportamenti della donna.

Tutta la comunità scientifica è in accordo sul fatto che, dopo il trasferimento degli embrioni, la donna può continuare a vivere una vita abbastanza “normale”  e cioè può fare tutto quello che faceva prima senza affaticarsi tanto e che quindi, l’attecchimento dell’embrione non è dovuto a quello che la donna fa. A supporto di ciò, basti pensare che molte gravidanze spontanee vengono riconosciute alcuni mesi dopo il concepimento senza che in questo periodo la donna abbia messo in atto particolari accortezze. Se da un lato questi dati  vanno a vantaggio della donna, la quale può sentirsi sollevata da una grossa responsabilità, dall’altro molto spesso lei stessa si ritrova a vivere un vuoto in cui è difficile stare. In questo vuoto emergono vissuti emotivi forti quali paura, rabbia, tristezza che più si cerca di evitare è più irrompono prepotenti. Quando questi vissuti non vengono ascoltati possono trasformarsi in pensieri ossessivi, e la gravidanza diventa l’unico fulcro importante dell’esistenza.

Cosa fare dunque?

Continuare a coltivare tutti gli aspetti della propria esistenza è importante. Incontrare gli amici, svolgere le attività dalle quali si ha gratificazione. Non è indispensabile sospendere il lavoro. Fare delle passeggiate, leggere un libro, guardare un film, prendersi cura di se stessi e del proprio partner è davvero consigliabile.

Si può dedicare un tempo per rilassarsi attraverso degli esercizi di respirazione.

Insieme a tutto questo sarebbe anche utile concedersi degli incontri con un professionista, in cui essere aiutati a riconoscere ed esprimere tutto ciò che ci disturba. Uno spazio emotivo che permetta accoglienza, ascolto, contenimento e sostegno imparando ad usare strumenti che affrontino meglio le possibili difficoltà che si possono presentare.

Importante è dare voce all’emotività che resta sommersa per evitare che emerga violentemente nei momenti critici creando situazioni difficile da gestire con serenità. La possibilità di esplorare i propri vissuti emozionali, quali tristezza, rabbia, ripercussioni sulla relazione di coppia e di riconoscerli come normali e comuni, permette un più consapevole atteggiamento nei confronti della terapia e dei medici e uno strumento per affrontare gli eventuali fallimenti. Anzi recenti osservazioni fanno proprio ritenere che atteggiamenti più consapevoli e sereni favoriscono l’inizio della gravidanza anche con la fecondazione assistita

Dott.Fabio Specchiulli

Psicoterapeuta della Gestalt; Tutor della coppia, centro studi Genesis e Biofertility

 

Altri Articoli - Riproduzione

Prof.Iorio, dieta mediterranea, attività fisica, abolizione/riduzione di fumo e alcool e un uso oculato di omega-3 combattono lo stress ossidativo mantenendo vitali e in buona salute i gameti
riprova
Corso del Prof. Claudio Manna "Come gestire la Coppia Infertile e collaborare con un Centro PMA" svoltosi a Roma, 21 dicembre 2012

Blastocisti e PGs sempre buone tecniche?

Quanti embrioni arrivano dopo 5 giorni di coltura a blastocisti? Si calcola circa il 50% da un recente lavoro scientifico su queste tecniche con una percentuale di gravidanze cliniche del 14% per Pick-Up. I nostri risultati (Centro Biofertility 2016) senza coltura a blastocisti o PGs ci hanno mostrato un tasso di gravidanze clinico del 32% per Pick-Up
riprova

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI