Il concepimento tra ossessione e desiderio di un figlio

 
E-mail Stampa

Il concepimento tra ossessione e desiderio di un figlio

Quando il desiderio di un figlio diventa ossessione, può rilevarsi fondamentale per la coppia intraprendere un percorso di counselling  psicologico.

Secondo i dati ISTAT nel 2011 in Italia quasi il 7% dei nati, ha una madre di almeno 40 anni; e diminuiscono i nati da madri di età inferiore a 25 anni; inoltre, questo fenomeno è accentuato per le donne italiane (Natalità e fecondità della popolazione residente, ISTAT 2012). La scelta di avere un figlio in tarda età è la prima causa di infertilità, e come conseguenza, sempre più coniugi decidono di ricorrere alla Procreazione Medicalmente Assistita (PMA). I tempi  con cui la coppia si  rivolge ai Centri Specializzati nella cura dell’ infertilità sono spesso tardivi rispetto alla scoperta del problema.

Il non riuscire a concepire un figlio è considerato, in prima istanza, un fatto privato. La coppia rassicurata  da affermazioni di parenti ed amici come:  “alla fine arriverà”, “quando il signore lo vorrà”, “non era il momento”, continua a provare e riprovare; ma a fronte di tentativi fallimentari, finisce per perdere la propria serenità, ed arriva all’ incontro con gli specialisti delusa ed affranca.

Intraprendere un percorso di PMA con questo stato d’ animo, costituisce un serio e preoccupante problema. Per non parlare di chi ha già avuto esperienze di PMA deludenti, in cui la ferita è ancora più evidente. Se le persone riconoscono che il desiderio sessuale e mentale nei confronti  partner è diminuito, e che fare l’ amore, è diventato un  rituale obbligatorio, dovrebbero fermarsi a riflettere. Forse sembrerà strano, ma nessuna coppia è più lontana dal desiderio di un figlio, di quella che non riesce ad averlo. Questo perché la coppia che vede fallire i propri tentativi, smette di fantasticare il  bambino desiderato, e quindi di concepirlo mentalmente.

M. Soulè (1982) ritiene che il bambino desiderato, consista in una fantasia presente, sia per l’ uomo che per la donna, dalla prima infanzia; questo ci permette di sostenere che prima di avere una consistenza reale, il bambino, ne abbia una squisitamente mentale. L’ etimologia stessa della parola “concepimento” , dal latino cum capere, sottintende il significato di accogliere un’idea, e quindi ci sottolinea, il ruolo fondamentale della mente, nella sua capacità di generare l’ idea del bambino, ancor prima, che il corpo della madre possa accoglierne la nascita fisica.

Da tempo si parla di infertilità psicogena, a fronte di un 19 % di cause ignote e inspiegabili fisiologicamente. Dagli studi di Raphael –Leff (1986) sembra che ci sia un certo tipo di donna che abbia difficoltà a procreare, a causa di precedenti esperienze negative con la propria madre. Queste donne vengono definite “regolatrici”, a causa dell’inettitudine a lasciarsi abbandonare allo stato fusionale, che la gravidanza comporta. Le più fortunate, sembra che siano quelle definite “facilitanti”, e che considerano la gravidanza un esperienza conclusiva e arricchente del proprio essere donna. Questi studi pongono il genere femminile, di fronte ad una importante valutazione  del proprio modo di relazionarsi.

In specifici casi, la diagnosi di infertilità sembra che sia un evento paranormativo d’ intensità tale, da  determinare, di per se, l’ insorgenza di patologie depressive e sindromi ossessivo-compulsive. In ogni caso, anche quando non si manifestano disturbi, la coppia di fronte all’ impossibilità di assolvere, ai propri compiti evolutivi, entra in crisi. Generalmente l’uomo, tende a metabolizzare più in fretta, la ferita dell’ infertilità, e questo non è di sostegno alla donna,  che può invece sentirsi sola e con grandi sensi di inadeguatezza. L’ opportunità di offrire, quindi,  un sostegno emotivo si è rivelato utile; questo è stato confermato da una famosa ricerca di Mazure e Greenfeld (1989) su un campione di 200  soggetti di cui il 49% sono donne e il 15%  uomini, sottoposti a trattamento FIVET , ed  in cui è stato possibile rilevare che le donne che avevano intrapreso un trattamento di sostegno psicologico, erano riuscite in misura maggiore nella fecondazione.

Dal punto di vista del contenimento psicologico, un primo approccio rassicurante, per la coppia  può costituire la misurazione dello stress ed ansia attraverso alcuni test specifici come il F.P.I (The Fertility Problem Inventory) di Cristopher R. Newton e collaboratori, e la versione italiana dello S.T.A.I. (Inventario per Ansia di Stato e di Tratto), Forma Y. A queste misurazioni è fondamentale far seguire un colloquio esplorativo sui risultati ottenuti. Posso rivelarsi necessari dei successivi incontri di counselling. Questi vertono su contenuti di  natura emotiva, sentimentale e relazionale offrendo uno spazio intimo, entro cui la coppia potrà ritirarsi per rilassarsi, ritrovando così il tempo per sognare e desiderare il proprio bambino.

 

Altri Articoli - Sessuologia e Psicologia

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI