Eiaculazione precoce, più colpiti i trentenni con partner

 
E-mail Stampa

eiaculazione_precoceFinalmente delineato l’identikit del maschio italiano che soffre di Eiaculazione Precoce. Contrariamente a quanto in genere si ritiene, chi soffre in Italia di questo diffuso problema non è solo il teenager o il single. Tutt'altro: è un uomo tra i 31 e i 40 anni ed è coinvolto in una relazione stabile o di lunga durata (il 76%). Il 46% soffre di eiaculazione precoce da sempre e il restante 54% ha acquisito i sintomi del disturbo, in media, da 9 anni. Ne soffre il 20% dei maschi adulti italiani tra i 18 e i 70 anni.

E' quanto emerge dalla “PE Confidential Survey”, un'ampia ricerca presentata in occasione del 25° Congresso EAU (European Association of Urology) che si è tenuto il 16 aprile scorso a Barcellona. L'indagine, condotta da GfK Eurisko, è il primo studio europeo sul disturbo. Ha riguardato un campione di 4.500 uomini e donne di 9 paesi europei: Italia, Spagna, Portogallo, Germania, Austria, Regno Unito, Francia, Finlandia e Svezia.

Sebbene sia più informata rispetto agli altri europei, e cerca un supporto informativo soprattutto dal Web (il 54%), la maggior parte dei maschi italiani ritiene ancora erroneamente che l'eiaculazione precoce di cui soffre sia solo un problema psicologico e non anche una condizione medica efficacemente affrontabile con nuovi specifici trattamenti farmacologici. Per questo solo il 28% ne ha parlato con un esperto.

Secondo "PE Confidential Survey", i maschi italiani con EP sono addirittura più preoccupati della propria partner, della soddisfazione sessuale e della stabilità della coppia (il 55% contro il 29% in Europa). Solo il 28% delle donne prova frustrazione per il problema del proprio uomo, mentre solo l'8% si sente in colpa.

"Il messaggio che si ricava da questa importante indagine è duplice: una soluzione farmacologica specifica, a base di dapoxetina, è oggi disponibile, e i medici sono ormai sempre più attrezzati per riconoscere le possibili cause di natura fisica del disturbo", commenta Emanuele Jannini, Coordinatore della Commissione Scientifica della SIAMS. "Ciò deve spingere sempre più i pazienti a rivolgersi con fiducia al medico. Perché no, aiutati dalle loro partner".

Questo convegno è stato un'importante occasione per discutere di un problema andrologico a lungo trascurato ma che colpisce un gran numero di uomini, e che per troppo tempo era un tabù parlarne sia per la persona che ne soffriva che per il medico.

Molti studi scientifici hanno permesso di avere un quadro più chiaro sia sulle possibili cause da indagare, sia soprattutto, come già successo per i problemi di erezione, con l’introduzione di una terapia specifica, la dapoxetina.

Non bisogna più provare imbarazzo nel rivolgersi ad uno specialista quando si soffre di eiaculazione precoce. Molto si può ormai fare e quindi ritrovare una gratificante vita sessuale.

 

Altri Articoli - Andrologia

"Un 'altro tentativo fallito, un altro dolore da soffocare..." - Il diario della Fecondazione Assistita 1

Le emozioni di una paziente che ha vissuto la sua infertilità "sine causa" o inspiegata e tutte le terapie fatte, compresi i tanti tentativi di inseminazione intrauterina, fivet, icsi.
riprova
IV Corso Medicina della Riproduzione-Roma, 27 Maggio 2014
L'importanza di aumentare i rapporti sessuali nell'infertilità anche nel corso delle terapie.
riprova
Corso del Prof. Claudio Manna "Come gestire la Coppia Infertile e collaborare con un Centro PMA" svoltosi a Roma, 21 dicembre 2012

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI