Msome e Imsi, utilizzarle in ogni caso? Il dibattito è aperto

 
E-mail Stampa PDF

imsi

Si chiama MSOME (Motile-sperm organelle-morphology examination) e permette di esaminare gli spermatozoi ad un ingrandimento 6000x , molto superiore a quello normalmente usato di 400x. Se ne è parlato al congresso Eshre sulla fecondazione  assistita che si è tenuto a Roma dal 28 al 30 di giugno.

E’ possibile così selezionare in tempo reale gli spermatozoi scegliendo quello che verrà usato per inseminare l’ovocita. Durante l'ultimo decennio, c'è stato un crescente interesse per lo sviluppo di nuove tecniche che consentono di migliorare la preparazione e la visualizzazione degli spermatozoi per selezionare quelli più adatti che possano sostenere la fecondazione e lo sviluppo embrionale fino alla nascita di un bambino sano.

La combinazione di MSOME con la ICSI si chiama IMSI (Iniezione intracitoplasmatica di spermatozoi selezionati per la forma). La letteratura mostra che la selezione attraverso la IMSI degli spermatozoi con una forma normale del nucleo e soprattutto con assenza di vacuoli permette tassi di gravidanza superiori, soprattutto nei pazienti in cui si è osservata la presenza un elevato grado di frammentazione del DNA degli spermatozoi.

L'esistenza di spermatozoi di forma normale a livello di nucleo, ma con grandi vacuoli riduce comunque drasticamente la possibilità di avere embrioni di buona qualità che possano arrivare ad impiantarsi o causare, talvolta, aborti spontanei.

La IMSI è consigliata quando il medico si trova di fronte a casi di severa oligoastenoteratospermia, al fallimento di precedenti tentativi di riproduzione assistita o alla mancanza fecondazione nei tentativi precedenti.

La MSOME può anche essere considerata come un nuovo approccio per uno spermiogramma più avanzato in cui i vacuoli possono essere accuratamente osservati e rendere più stringenti i criteri di Kruger, con i quali attualmente si valuta la morfologia classica.

Al convegno ginecologi e biologi si sono confrontati non tanto sui casi in cui utilizzare la IMSI, quanto sulla possibilità di impiegare questa tecnica su una casistica più ampia di quella su cui si applica attualmente. La valutazione della morfologia degli spermatozoi in base ai criteri rigorosi di Kruger viene normalmente utilizzata e largamente accettata come il miglior indicatore di potenziale fertilità maschile, poiché la morfologia degli spermatozoi, secondo la stragrande maggioranza degli studiosi, è il parametro più importante per l'analisi del liquido seminale.

La IMSI è ormai una realtà nella pratica medica di tutti i giorni, ma ancora con molti punti interrogativi. In primo luogo non è ancora facile classificare i vacuoli, valutare la loro posizione sulla testa dello spermatozoo e comprendere la loro origine. In secondo luogo, non è ancora chiaro se è meglio utilizzare la IMSI invece della FIVET in caso di infertilità inspiegata. In terzo luogo gli studiosi non sono concordi sull’uso della tecnica nel caso in cui la partner femminile sia una donna giovane e con un’ampia riserva ovarica.

In ultima analisi la IMSI è una tecnica molto più impegnativa rispetto alla ICSI. Gli specialisti nel settore hanno durante la discussione evidenziato la necessità di uniformare i parametri di valutazione dell’analisi microscopica degli spermatozoi effettuata con la IMSI.

 

Altri Articoli - Andrologia

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI