Perché scegliere la circoncisione?

 
E-mail Stampa

circoncisioneLa circoncisione del pene è una procedura chirurgica che implica la rimozione parziale o completa del prepuzio. Nell'anatomia umana maschile il prepuzio è il lembo di pelle scorrevole che copre il glande. Le prime pratiche di circoncisione, testimoniate da documenti di circa cinquemila anni fa, risalgono agli antichi egizi, probabilmente in ragione dell’idea che il prepuzio rappresenti un tessuto superfluo, responsabile dello sviluppo di infezioni.

Attualmente la percentuale mondiale di uomini circoncisi è pari al 23% e ogni anno si praticano 13 milioni di circoncisioni. Questa procedura riguarda i musulmani, gli ebrei praticanti ma costituisce un fenomeno largamente esteso anche nelle società laiche, come negli Stati Uniti, soprattutto per motivi igienici, in ragione dell’idea che il prepuzio rappresenti un tessuto superfluo, responsabile dello sviluppo di infezioni.

Le indicazioni mediche a sottoporsi alla circoncisione sono però rappresentate dalla fimosi congenita o acquisita (impossibilità di scoprire il glande), la parafimosi (glande che si scopre, ma si forma un anello sottoglandulare a clessidra) e, in associazione all’intervento di neurotomia, l’eiaculazione precoce.

Gli studi scientifici oggi disponibili sui benefici della circoncisione sono molti ma ancora non permettono di stabilire delle linee guida univoche per la popolazione maschile. Alcuni studi, infatti, sembrano dimostrare una riduzione del rischio di contrarre infezioni genito-urinarie, malattie sessualmente trasmissibili (MST), quali l’AIDS e la sifilide, e di trasmettere l’HPV (Human Papilloma Virus) e la Clamidia. A tal proposito , a seguito di sperimentazioni cliniche condotte in Kenya, in Sudafrica e in Uganda che mostravano una riduzione nel rischio di contrarre il virus HIV negli uomini fino al 60%, l’OMS e l’UNAIDS hanno indicato la circoncisione quale intervento di prevenzione raccomandato a tutti gli adulti maschi a partire dal 2007. Inoltre, nell’ultima conferenza Internazionale sull’AIDS di Vienna è stata annunciata una campagna che mira a circoncidere circa 38000 uomini entro il 2015 in 13 paesi dell’Africa Orientale e Meridionale.

Dagli studi a favore della diffusione della circoncisione emerge anche una riduzione del rischio di contrarre il carcinoma squamocellulare del pene. Tale dato sarebbe supportato dal fatto che negli Stati Uniti, per esempio, questo tipo di tumore riguarda solo 1 uomo ogni 100mila mentre nei paesi in cui la circoncisione è poco comune questa percentuale sale fino a 10,5 uomini ogni 100mila. Di contro, altri studi hanno dimostrato che una buona igiene del glande (volta alla rimozione dello smegma) nei maschi non circoncisi è sufficiente a renderli statisticamente equivalenti ai circoncisi per quanto concerne i rischi di incidenza del cancro al pene.

Al contrario, altri esperti sostengono invece che la presenza del prepuzio sia protettiva nei confronti di abrasioni, traumi e infezioni, sia meccanicamente che trattenendo le secrezioni ghiandolari, che prendono il nome di smegma, contenenti tra le altre sostanze la catepsina B, il lisozima e diverse citochine, importanti mezzi di difesa.

Inoltre tra gli effetti collaterali non trascurabili della circoncisione è necessario menzionare la riduzione della sensibilità agli stimoli sessuali, poichè il prepuzio è una zona riccamente di innervata. Molti pazienti lamentano successivamente alla procedura poca maneggevolezza del pene, scomodità e difficoltà nella masturbazione, eccessiva perdita di sensibilità del glande con conseguente difficoltà a raggiungere l'orgasmo. Questo elemento indurrebbe a provocare più lacerazioni e microfissurazioni nella partner aumentando il rischio di trasmettere delle infezioni.

L'utilità della circoncisione, dunque, quando non strettamente finalizzata a risolvere evidenti problemi funzionali, è oggetto di dibattito e rimaniamo per questo in attesa di ulteriori studi che chiarifichino i punti ancora oscuri in merito ai benefici di questa procedura.

 

Altri Articoli - Andrologia

"Un 'altro tentativo fallito, un altro dolore da soffocare..." - Il diario della Fecondazione Assistita 1

Le emozioni di una paziente che ha vissuto la sua infertilità "sine causa" o inspiegata e tutte le terapie fatte, compresi i tanti tentativi di inseminazione intrauterina, fivet, icsi.
riprova
IV Corso Medicina della Riproduzione-Roma, 27 Maggio 2014
L'importanza di aumentare i rapporti sessuali nell'infertilità anche nel corso delle terapie.
riprova
Corso del Prof. Claudio Manna "Come gestire la Coppia Infertile e collaborare con un Centro PMA" svoltosi a Roma, 21 dicembre 2012
IV Corso Medicina della Riproduzione "Infertilità Inspiegata"

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI