Se diminuisce il testosterone, l'ipogonadismo

Condividi
Tweet
 
Lunedì 26 Luglio 2010 00:00 Scritto da Daniele Gianfrilli
Stampa

testosteroneL’ipogonadismo è una condizione caratterizzata dall’insufficiente produzione di testosterone da parte dei testicoli. A seconda che l’ipogonadismo insorga in età giovanile o adulta, causerà effetti e sintomi differenti. In generale, si può manifestare durante l’infanzia con un ritardo dello sviluppo puberale e quindi della comparsa dei caratteri sessuali, mentre in età adulta con basso tono dell’umore, riduzione del desiderio sessuale e della peluria corporea, alterazioni della fertilità, anemia, riduzione della forza muscolare e problemi alle ossa.

Le cause di ipogonadismo maschile sono molteplici: genetiche (es. Sindrome di Klinefelter), congenite (es. criptorchidismo), acquisite (es. parotite, sostanze tossiche, radiazioni). Il deficit di testosterone può anche essere secondario a patologie ipotalamo-ipofisarie (ipopituitarismo, adenomi, aumento dell’ormone prolattina) oppure può apparire correlato all’avanzare dell’età (spesso il sintomo più evidente in questi casi è rappresentato dal calo del desiderio sessuale). Per una corretta diagnosi dell’ipogonadismo è necessario valutare i livelli degli ormoni nel sangue ed effettuare una visita andrologica.

Bookmark and Share
Tags:

Vedi anche