Se lo sperma ha un colore strano

 
E-mail Stampa PDF

Il volume, il colore e l'aspetto dell'eiaculato come parametri della fertilità e della salute dei genitali

spermatozoi_danni_alcolUn cambiamento nell’aspetto, nel colore o nel volume dell’eiaculato può essere un segno di qualcosa che non va. Il liquido seminale normalmente eiaculato durante l’orgasmo ha un aspetto grigio opalescente ed è omogeneo. Quando ci appare molto trasparente può essere dovuto ad una concentrazione di spermatozoi molto scarsa. Può anche apparire di colore bruno o rossastro, se sono presenti globuli rossi, cioè sangue nell’eiaculato. In questo caso si parla di emospermia. La comparsa di sperma con colore giallognolo, magari accompagnato da bruciore, può suggerire un’infiammazione o un’infezione delle vie genitali. Un aspetto lattescente, specialmente se accompagnato da un ridotto volume, può invece riflettere un danno a carico delle vescichette seminali. I campioni di liquido seminale normale possono però contenere dei granuli simili alla gelatina che sono probabilmente secreti dalle ghiandole di Cowper.

La maggior parte degli uomini non ha alcuna idea o non si domanda quale dovrebbe essere un volume normale di sperma eiaculato, anche se una riduzione o un aumento importante è facile da notare. Normalmente la quantità di liquido seminale che emettiamo durante un’eiaculazione è di 2-6 ml, cioè una quantità sufficiente, per capirci, a coprire semplicemente il fondo di un contenitore sterile per la raccolta delle urine. La maggior parte del volume è dato dal liquido prodotto dalle vescichette seminali e dalla prostata. Bisogna anche ricordarsi che la quantità dipende molto dall'intervallo di tempo che passa tra un'eiaculazione e l'altra, più è lungo l'intervallo, più sperma viene prodotto, con una quantità massima che si raggiunge generalmente dopo una settimana di astinenza. La riduzione del volume dell’eiaculato, per esempio, può essere dovuta ad un calo ormonale, ed in particolare alla diminuzione di testosterone. Infatti, la produzione di liquido della prostata e delle vescicole seminali dipende dagli androgeni, e il volume dell’eiaculato è dunque un buon indice di livelli buoni di ormoni sessuali. Quando la riduzione di volume è dovuta a deficit ormonale, possono essere presenti altre condizioni quali calo del desiderio, problemi di erezione, sudorazioni notturne, debolezza muscolare, manifestazioni tipiche dell’ipogonadismo. Il volume dell’eiaculato può essere ridotto anche in caso di infiammazione grave della prostata, delle vescicole seminali ed in caso di ostruzione parziale delle vie seminali.

A volte però la riduzione del volume dell’eiaculato può essere interpretata erroneamente come una riduzione della forza dell’eiaculazione. Un aumento del volume dell’eiaculato è un evento invece più raro e se presente “da sempre” potrebbe essere una caratteristica costituzionale, mentre se comparso in un secondo momento e soprattutto se molto evidente, può essere il segno di un’infiammazione e infezione importante delle vie seminali, come una prostatite o una vescicolite, o della presenza di Varicocele.

In ogni caso è sempre bene rivolgersi ad un andrologo per una visita ed effettuare uno spermiogramma.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Altri Articoli - Andrologia

L'importanza di aumentare i rapporti sessuali nell'infertilità anche nel corso delle terapie.
riprova
Corso del Prof. Claudio Manna "Come gestire la Coppia Infertile e collaborare con un Centro PMA" svoltosi a Roma, 21 dicembre 2012

Blastocisti e PGs sempre buone tecniche?

Quanti embrioni arrivano dopo 5 giorni di coltura a blastocisti? Si calcola circa il 50% da un recente lavoro scientifico su queste tecniche con una percentuale di gravidanze cliniche del 14% per Pick-Up. I nostri risultati (Centro Biofertility 2016) senza coltura a blastocisti o PGs ci hanno mostrato un tasso di gravidanze clinico del 32% per Pick-Up
riprova

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI