A casa o al lavoro? Il dilemma della mamma italiana

 
E-mail Stampa

madre_lavoratriceMamma a casa o a lavoro? Un vero e proprio dilemma. Una donna con un figlio piccolo che decide di contribuire al reddito familiare riceve dal fisco un piccolo aiuto. Ma se il welfare state da una parte dà, dall’altra chiede. Infatti, per la maggior parte degli italiani esistono seri problemi di assistenza all’infanzia. Pochi posti in asili nido, tempo pieno ridotto e poca assistenza. Così mamme e papà devono sobbarcarsi costi, a volte pesanti, per mandare il proprio figlio in strutture scolastiche private.

Questo non è sempre possibile o conveniente. Infatti, se la mamma, invece, sceglie di fare la casalinga il fisco non sarà vantaggioso, incidendo notevolmente sul (mono)reddito familiare. Così, nel dubbio amletico che attanaglia le famiglie italiane, molte donne decidono di non lavorare. La percentuale di madri lavoratrici è tra le più basse d’Europa. L’Italia è addirittura ultima nella classifica delle mamme lavoratrici con 2 o più figli.

Secondo uno studio pubblicato sul portale Famigliaonline, che ha analizzato la disparità di trattamento fiscale in Europa tra le famiglie con figli minori con un solo reddito o con due stipendi. Dallo studio emerge che i paesi dove c’è maggiore attenzione alle tematiche familiari e alla spesa destinata alle famiglie con figli a carico, la legge prevede un aggravio fiscale per le coppie dove entrambi i genitori lavorano. In Germania, per esempio, la tassazione alle famiglie monoreddito è pari al 29,1%, mentre quelle bireddito sono tassate al 30,7%. Questo paese orienta la donna a rimanere tra le mura domestiche per prendersi cura della prole.

In Italia il trattamento appare decisamente a favore delle coppie dove entrambi i partner sono lavoratori con un vantaggio fiscale di 5,9 punti percentuali (22,9% per famiglie monoreddito contro il 17%). In Svezia la differenza è anche più marcata ma, al contrario dell’Italia, i servizi pubblici per l’infanzia sono più completi e qualitativamente più elevati. Il fisco del paese scandinavo incentiva il lavoro femminile come in Italia e, allo stesso tempo, permette effettivamente alla donna di lavorare.

 

Altri Articoli - Coppia e Società

Blastocisti e PGs sempre buone tecniche?

Quanti embrioni arrivano dopo 5 giorni di coltura a blastocisti? Si calcola circa il 50% da un recente lavoro scientifico su queste tecniche con una percentuale di gravidanze cliniche del 14% per Pick-Up. I nostri risultati (Centro Biofertility 2016) senza coltura a blastocisti o PGs ci hanno mostrato un tasso di gravidanze clinico del 32% per Pick-Up
riprova

Ci sono dei rischi nella somministrazione di antiossidanti?

Intervista a Prof. Lamberto Coppola (Andrologo) e Prof. Claudio Manna (Ginecologo)

riprova

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI