Adozioni, non può essere una questione di pelle

 
E-mail Stampa

bambini_colore_adozioneBianco, nero, giallo. Non si può scegliere il bambino da adottare in base al colore della sua pelle. Lo ha recentemente dichiarato la procura generale della Corte di Cassazione. Tra pochi giorni spetterà alle sezioni unite formulare la sentenza definitiva.

Nel frattempo all'Aibi, l' Associazione amici dei bambini, uno dei 70 enti italiani abilitati alle adozioni internazionali, tirano un sospiro di sollievo. Sono loro ad aver sollevato il problema davanti alla Cassazione: un ricorso contro il tribunale di Catania che nel 2009 aveva emanato un decreto di idoneità alle adozioni, nel quale si specificava il colore della pelle del bambino da adottare. Solo bimbi bianchi.

“La Cassazione fa bene ad esprimersi così: un tribunale italiano non può andare contro le convenzioni internazionali”, ha commentato Carlo Giovanardi, sottosegretario con delega alle adozioni. Tuttavia per l'ex ministro è necessario “stare attenti comunque quando si verifica la capacità di una coppia di gestire le proprie differenze con quelle del bambino. È importante: ci sono coppie che sanno reggerle e coppie che non sono in grado”.

“Quando si parla di adozioni si deve per forza mettere al centro il bambino e non i genitori», spiega Anna Oliverio Ferraris, psicologa dell'età evolutiva. “Il bambino non può essere considerato un possesso per il genitore. Quando poi ci riferiamo alle adozioni internazionali davvero non ha senso parlare di discriminazione sul colore della pelle. In più adesso viviamo in una società multietnica e questo pronunciamento della Cassazione è assolutamente in linea con i nostri tempi”.

Non è molto d'accordo l'onorevole Jean Leonard Touadì: “ancora oggi a nostra società non è proprio così pronta ad accettare la diversità della pelle”. Il parlamentare nato in Congo ma da trentadue anni naturalizzato italiano è convinto che “l'idea della famiglia mista mette ancora paura. Ho una moglie italiana e tre figli, inevitabilmente mulatti. Mia moglie ha la pelle molto molto chiara: quando va in giro con i ragazzi la gente pensa che non siano suoi. Che siano stati adottati”.

Il problema è reale e forse la coppia siciliana che si rifiutava di adottare un bambino di colore non è la sola a pensare che “La pelle scura è un handicap per il bambino”, come si legge nella relazione che accompagnava il discusso decreto di adozione del Tribunale di Catania. “Quando esce da scuola e la gente fa domande io non saprei cosa rispondere”, spiegava l'aspirante madre. “Non per me, ma per lui. Meglio zoppo che nero. Cerchiamo di non andarcela a cercare, così sarebbe un problema in meno....”.

 

 

Altri Articoli - Coppia e Società

"Un 'altro tentativo fallito, un altro dolore da soffocare..." - Il diario della Fecondazione Assistita 1

Le emozioni di una paziente che ha vissuto la sua infertilità "sine causa" o inspiegata e tutte le terapie fatte, compresi i tanti tentativi di inseminazione intrauterina, fivet, icsi.
riprova
IV Corso Medicina della Riproduzione-Roma, 27 Maggio 2014
IV Corso Medicina della Riproduzione "Infertilità Inspiegata"

Ci sono dei rischi nella somministrazione di antiossidanti?

Intervista a Prof. Lamberto Coppola (Andrologo) e Prof. Claudio Manna (Ginecologo)

riprova

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI