Giornata mondiale contro l’Aids: l’Hiv compie 100 anni ma pochi fondi per farmaci e ricerca

 
E-mail Stampa

HIV_AIDSProprio mentre il mondo celebra la Giornata mondiale contro l’Hiv, l’Aids compie cent’anni. Secondo una ricerca condotta da alcuni studiosi della Case Western Reserve University di Cleveland, Ohio, e pubblicata su Lancet Infectious Diseases – una mappa aggiornata dei contagi nel mondo – le prime infezioni dagli scimpanzé si ebbero all’inizio del Novecento e ad oggi si contano almeno 48 sottoforme del virus Hiv-1.

I ricercatori hanno poi datato la comparsa di ceppi, gruppi e sottotipi: «l'uso degli "orologi molecolari" (cioè la datazione dei virus mediante costruzione di alberi genetici evolutivi) ha permesso di stimare l'età degli antenati comuni dei gruppi M, O, e N di HIV-1 nell'Africa centrale: rispettivamente 1908 circa (1884-1924), 1920 (1890-1940), 1963 (1948-77)». L’Hiv si è poi diffuso nel mondo a causa dei comportamenti umani “a rischio” come i rapporti sessuali non protetti o lo scambio di siringhe tra tossicodipendenti. Secondo lo studio, inoltre, tra gli anni Sessanta e Settanta, il virus ha iniziato a “colonizzare” l’Africa, seguendo l’inurbamento che dai villaggi portava migliaia di persone nelle città. In posti come i Caraibi, invece, è bastato un singolo “fondatore”, un individuo giunto da fuori, per avviare il contagio.

In un panorama così variegato dal punto di vista virologico, la ricerca e la prevenzione sono fondamentali. Eppure, proprio sul fronte farmacologico è giunto nei giorni scorsi l’allarme di Medici senza Frontiere (Msf): «Il prezzo delle nuove medicine di cui abbiamo bisogno rischia di impennarsi, perché i donatori stanno facendo un passo indietro nei loro impegni per l'espansione delle cure contro l'Aids - spiega Gilles van Cutsem, coordinatore di Msf per il Sudafrica e Lesotho -. Come medici che lottano per curare i sieropositivi, ci sentiamo con le mani legate. Le prove a sostegno di quanto va fatto per ribaltare la situazione – prosegue - stanno aumentando ma ora che le nuove indicazioni di cura ci danno una speranza, i fondi che i Paesi donatori stanziano per l'Aids sono stagnanti».

Secondo la denuncia di Msf, inoltre, il Fondo per la lotta all’Hiv, alla tubercolosi e alla malaria ha ricevuto quest’anno «solamente 11.700.000 dollari di finanziamenti, invece dei 20 milioni di cui avrebbe bisogno, mentre i Paesi ricchi agiscono per favorire le aziende farmaceutiche che producono prodotti sotto brevetto, limitando l'accesso ai farmaci generici e facendone aumentare i prezzi». I Paesi ricchi, dichiara Tido von Schoen-Angerer, direttore della campagna di Msf per l'accesso ai farmaci essenziali, «mettono in pericolo la possibilità di curare le persone sieropositive». È il mondo a due velocità: da un lato si promette, dall’altro si rimanda. O peggio: si abbandona.

 

Altri Articoli - Coppia e Società

Blastocisti e PGs sempre buone tecniche?

Quanti embrioni arrivano dopo 5 giorni di coltura a blastocisti? Si calcola circa il 50% da un recente lavoro scientifico su queste tecniche con una percentuale di gravidanze cliniche del 14% per Pick-Up. I nostri risultati (Centro Biofertility 2016) senza coltura a blastocisti o PGs ci hanno mostrato un tasso di gravidanze clinico del 32% per Pick-Up
riprova

Ci sono dei rischi nella somministrazione di antiossidanti?

Intervista a Prof. Lamberto Coppola (Andrologo) e Prof. Claudio Manna (Ginecologo)

riprova

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI