Fecondazione fai-da-te con sperma acquistato online, l'ultima inutile e pericolosa tendenza

 
E-mail Stampa

 

Spendere anche 2.500 euro per acquistare seme congelato per l'autoinseminazione è inutile. "Le probabilità di riuscita sono minime"

 

acquisto-sperma-onlineSi acquista online. Come un qualsiasi prodotto. È lo sperma di un donatore per donne sole o per coppie infertili. Si sceglie il donatore e si procede all'acquisto. Su un forum spesso si può contattare il donatore stesso, si possono avere informazioni su di lui, il colore dei capelli, quello degli occhi. E c'è anche chi mette online le foto dei bambini nati dalla propria donazione.

L'idea è nata ad un'azienda olandese. La Babydonors si propone come intermediario fra le donne che hanno bisogno di spermatozoi o di ovuli per la fecondazione assistita e i donatori. Il prezzo di questa intermediazione è di 2.500 euro ed include analisi su ovuli e sperma che vengono inviati alla clinica o all'ospedale indicato dalla coppia o dalla donna.

Un'iniziativa analoga è stata lanciata da più di un anno nel Regno Unito dalla ditta inglese “ManNotIncluded”, che proprio la settimana scorsa ha annunciato la nascita del primo bambino nato da uno spermatozoo venduto su internet.

Ma non basta. In California esiste una banca del seme che permette l'acquisto con carta di credito di sperma, dopo aver scelto il donatore in base al colore degli occhi, dei capelli e dell'origine etnica. E per ogni donatore si possono conoscere l'occupazione, le malattie e l'eventuale anno di morte di genitori, fratelli e nonni. Anche in Danimarca esiste un sito simile dove è possibile ascoltare un audio caricato dallo stesso donatore e le sue foto da piccolo e a 25 anni, pagando 25 euro.

Tutti questi siti chiedono di indicare un ospedale o una clinica dove inviare il “materiale”. Ma se la clinica è inventata e l'indirizzo di destinazione in realtà è un'abitazione privata lo sperma arriva comunque a destinazione, inserito dentro uno specifico contenitore con azoto liquido. Ed è a questo punto che qualche coppia o qualche donna decide di praticare una fecondazione fai-da-te, soprattutto in Italia dove la fecondazione assistita eterologa (cioè con donatore estraneo alla coppia) non è ammessa.

“La riuscita di un'inseminazione fai-da-te è piuttosto improbabile”, spiega Claudio Manna, ginecologo esperto in medicina riproduttiva e direttore del centro Genesis di Roma. “I motivi sono vari. In primo luogo la donna deve sapere con precisione se in un determinato momento è fertile o no. E questo è possibile comprenderlo con precisione solo attraverso una serie di controlli fatti da uno specialista. In secondo luogo, la quantità di sperma contenuta nella paillette è molto piccola e molto probabilmente insufficiente per una buona riuscita di un'inseminazione intravaginale”.

Tuttavia, non c'è solo il rischio che questi tentativi comunque costosi finiscano in un totale fallimento. “I rischi legati all'impiego di sperma acquistato sul web possono essere elevatissimi”, prosegue Manna. “Questo tipo di pratica non rende immuni dalle classiche malattie sessualmente trasmissibili come l'HIV e l'Epatite C”.

Nel rarissimo caso nel quale dovesse avvenire la fecondazione esistono inoltre, “rischi di tipo genetico per il nascituro, in quanto non sono stati possibili screening relativi alle malattie genetiche come la fibrosi cistica, la beta-talassemia e altre patologie legate all'origine etnica”, conclude il ginecologo romano. “Non c'è infatti modo di verificare il curriculum e la correttezza del centro a cui la donna ha fatto riferimento sul web”, spiega infine Augusto Semprini, immunologo riproduttivo, responsabile dell'omonimo studio a Milano.

 

 

Altri Articoli - Coppia e Società

Blastocisti e PGs sempre buone tecniche?

Quanti embrioni arrivano dopo 5 giorni di coltura a blastocisti? Si calcola circa il 50% da un recente lavoro scientifico su queste tecniche con una percentuale di gravidanze cliniche del 14% per Pick-Up. I nostri risultati (Centro Biofertility 2016) senza coltura a blastocisti o PGs ci hanno mostrato un tasso di gravidanze clinico del 32% per Pick-Up
riprova

Ci sono dei rischi nella somministrazione di antiossidanti?

Intervista a Prof. Lamberto Coppola (Andrologo) e Prof. Claudio Manna (Ginecologo)

riprova

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI