I primi 40 anni del divozio in Italia, tempi e assegni i punti controversi

 
E-mail Stampa

divorzio_tempiHa 40 anni e li dimostra tutti. Nel 1970 veniva approvata in Italia la legge sul divorzio. Una norma che era frutto dei drastici cambiamenti sociali e culturali che stavano avvenendo in quegli anni nel nostro Paese. E 40 anni, secondo molti giuristi, iniziano ad essere un po' troppi. La Legge Fortuna-Baslini, per gli esperti, ha bisogno di un primo “tagliando”. Due sono i punti più controversi. In primo luogo i tempi tra dichiarazione di separazione e richiesta di divorzio: ben 3 anni. In secondo luogo, l'altro punto controverso è l'assegno di sostegno al coniuge più debole.

Nel suo saggio “27 minuti”, Ettore Gassani, presidente degli Avvocati matrimonialisti italiani (Ami), spiega come la durata della prima udienza (appunto 27 minuti, né uno in più, né uno in meno), che da il via al lungo percorso in tribunale per una coppia che ha deciso di separarsi, è un tempo troppo breve "in cui il giudice non riesce ad acquisire dati sufficienti per decidere". Secondo un'inchiesta de La Stampa di Torino, in Italia i tempi per completare l'iter del divorzio sono compresi tra i 5 e i 10 anni, per una spesa che va dai mille ai 50mila euro. Un'anomalia tutta italiana. Negli altri paesi europei, infatti, le procedure per cancellare il vincolo matrimoniale sono decisamente più snelle. In Francia, per esempio, in caso di separazione consensuale, è sufficiente una firma di fronte ad un notaio per rendere effettivo il divorzio.

In Italia, l'idea di porre un periodo minimo di tre anni tra separazione e divorzio, serviva, nelle intenzioni del legislatore, a scoraggiare gli addii frettolosi e definitivi fra marito e moglie. Tuttavia, attualmente questo lasso di tempo è percepito solo negativamente (pochi sono i casi di ripensamenti) ed incidono notevolmente sui bilanci familiari, con il rischio che il divorzio sia “roba da ricchi”.

Ai lunghi tempi, si aggiunge la questione controversa dell'assegno assistenziale al coniuge più debole. I soldi che l'ex coniuge più ricco è costretto a versare è stabilito dal giudice senza tenere conto dei sacrifici fatti durante gli anni assieme. Carlo Rimini, ordinario di diritto privato all'università di Milano sostiene la necessità di cambiare la norma, prevedendo che gli assegni familiari siano più cospicui al crescere dell'impegno del coniuge più debole “a favore della famiglia e dei figli”.

 

 

Altri Articoli - Coppia e Società

"Un 'altro tentativo fallito, un altro dolore da soffocare..." - Il diario della Fecondazione Assistita 1

Le emozioni di una paziente che ha vissuto la sua infertilità "sine causa" o inspiegata e tutte le terapie fatte, compresi i tanti tentativi di inseminazione intrauterina, fivet, icsi.
riprova
IV Corso Medicina della Riproduzione-Roma, 27 Maggio 2014
IV Corso Medicina della Riproduzione "Infertilità Inspiegata"

Ci sono dei rischi nella somministrazione di antiossidanti?

Intervista a Prof. Lamberto Coppola (Andrologo) e Prof. Claudio Manna (Ginecologo)

riprova

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI