Educazione sessuale: il 60% dei giovani si affida al sentito dire

 
E-mail Stampa

ragazzi-risateL’educazione sessuale a scuola più che una certezza sembra un lusso. In alcuni istituti viene fatta, in altri meno, con il risultato che i ragazzi spesso acquisiscono le nozioni principali sulla sessualità attraverso il passaparola, il compagno di banco e la condivisione di esperienze assunte a paradigma di una sfera personale sempre soggettiva.

«Nelle scuole – spiega a Vita che Nasce il dottor Alessandro Isidori, tra i responsabili della campagna “Amico andrologo” nei licei e negli istituti tecnici italiani – si inizia solo adesso a parlare di educazione sessuale e non in modo uniforme né pianificato: dipende dal singolo istituto».

Esaurito il ruolo di “consulenza” del compagno di banco e degli amici – che spesso condividono gli stessi dubbi e paure dei vicini – il referente più immediato sono i genitori. «La disponibilità e la formazione in materia di educazione sessuale – prosegue Isidori – dipende quasi sempre dall’età e dalla sensibilità di padri e madri: in realtà non è semplice parlare e relazionarsi con i giovani. Durante la nostra campagna, ci siamo resi conto della necessità di una figura terza, slegata dal contesto familiare, a cui porre domande nell’ambito andrologico. C’è quindi la forte necessità di avere figure istituzionali di riferimento che possano anche non partecipare emotivamente alla realtà che il ragazzo vive in quel momento. Da oltre diecimila questionari compilati dagli alunni in tutta Italia – aggiunge l’andrologo – è emerso che per oltre il 60% il ‘sentito dire’ e non la domanda diretta a qualche referente ‘educativo’ costituisce il canale preferenziale con cui si acquisiscono le informazioni. A seguire, internet e la televisione rappresentano ancora i canali principali di raccolta di opinioni e particolari in tema andrologico. È evidente – prosegue Isidori – che questo tipo di informazione è sommaria e soprattutto non vagliata da altri punti di vista. Proprio per questo motivo è stato creato il sito di Amico Andrologo, dove è possibile trovare contenuti precisi e scientifici”.

Tra le domande più frequenti poste dai giovani in classe, gli effetti di alcolici e stupefacenti intesi come veicoli per avere rapporti sessuali migliori o per essere più disinibiti. “Quello che emerge dalle loro domande – spiega ancora Isidori – è un’ansia interiore che ha bisogno di qualche ‘aiuto’ per avere maggior contatto e interazione con l’altro sesso”. Altre domande, invece, riguardano l’uso del preservativo: quando metterlo o se sia possibile usare lo stesso condom più volte. E ancora: come evitare gravidanze indesiderate. “Ci sono evidentemente grosse carenze sul fronte della formazione – conclude Isidori - e vengono poste poche domande su come evitare le malattie sessualmente trasmissibili. Tutte lacune che devono essere ancora colmate”.

 

Altri Articoli - Coppia e Società

"Un 'altro tentativo fallito, un altro dolore da soffocare..." - Il diario della Fecondazione Assistita 1

Le emozioni di una paziente che ha vissuto la sua infertilità "sine causa" o inspiegata e tutte le terapie fatte, compresi i tanti tentativi di inseminazione intrauterina, fivet, icsi.
riprova
IV Corso Medicina della Riproduzione-Roma, 27 Maggio 2014
IV Corso Medicina della Riproduzione "Infertilità Inspiegata"

Ci sono dei rischi nella somministrazione di antiossidanti?

Intervista a Prof. Lamberto Coppola (Andrologo) e Prof. Claudio Manna (Ginecologo)

riprova

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI