La nuova famiglia italiana, quattro nonni, due genitori, un solo figlio

 
E-mail Stampa

famiglia-figlio-unicoUno o due nonni. Due genitori e tanti figli. Questa era la famiglia italiana cinquanta anni fa. Una piramide che si restringeva all'aumentare dell'età dei componenti. Oggi la piramide si è rovesciata: quattro nonni, due genitori e un bambino. Ecco la “famiglia verticale” destinata ad essere l'immagine rovesciata di quella piramide che aveva contraddistinto la composizione familiare per secoli. È la famiglia del “figlio unico”. Oggi, secondo l'Istat, le coppie con un figlio e basta sono il 46,5% contro il 43,0% delle unioni con due figli, e il 10,5% di quelle dove i fratellini sono tre o anche di più.

Secondo i più recenti studi sociologici e demografici, le coppie italiane desiderano 2 o 3 figli, ma spesso si fermano al primo. Certo, c'è una carenza strutturale del welfare che non favorisce la maternità. Ma c'è anche un problema culturale che si sta diffondendo in maniera sempre più evidente tra i giovani sposi: la necessità di “dare di più” al proprio figlio. Così, diventa necessario il corso di nuoto e quello di pianoforte, senza contare poi che al figlio non si può far mancare il vestito firmato. E alla fine del mese i soldi non sono mai sufficienti.

A tutto questo si aggiunge, secondo Letizia Mencarini, professore associato di Demografia all'Università di Torino, "il tempo troppo lungo che passa dalla nascita del primo figlio alla decisione di metterne al mondo un altro, che poi magari non arriva più... È la vera peculiarità delle coppie italiane: aspettare anni per replicare una maternità, iniziata magari già oltre i 30 o i 35”. Per la Mencarini, sono alti “i numeri delle donne che non riescono più a rientrare nel mondo del lavoro dopo la nascita del primo figlio”, e per questo che “prima di fare il secondo ci si pensa bene”. Non è un caso, quindi, che tra le famiglie che vivono in condizioni di “grave indigenza”, il 30% è rappresentato da quelle numerose. Spesso al crescere del numero dei figli, cresce il rischio povertà.

Ma come si vive da figli unici? "Il rischio per questi bambini è la solitudine da una parte, e l'essere al centro del mondo dall'altra. Su di loro si riversano montagne di attenzioni, di affetto, ma anche di aspettative, di troppi adulti”, spiega Anna Oliverio Ferraris, ordinario di Psicologia dello sviluppo all'università La Sapienza di Roma. “Nel futuro per questi figli unici non sarà facile diventare autonomi, svincolarsi dalla famiglia, senza contare che saranno loro, da soli, a dover sostenere il peso dei genitori che invecchiano".

 

 

Altri Articoli - Coppia e Società

"Un 'altro tentativo fallito, un altro dolore da soffocare..." - Il diario della Fecondazione Assistita 1

Le emozioni di una paziente che ha vissuto la sua infertilità "sine causa" o inspiegata e tutte le terapie fatte, compresi i tanti tentativi di inseminazione intrauterina, fivet, icsi.
riprova
IV Corso Medicina della Riproduzione-Roma, 27 Maggio 2014
IV Corso Medicina della Riproduzione "Infertilità Inspiegata"

Ci sono dei rischi nella somministrazione di antiossidanti?

Intervista a Prof. Lamberto Coppola (Andrologo) e Prof. Claudio Manna (Ginecologo)

riprova

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI