Pochi i consultori familiari, "vanno potenziati"

 
E-mail Stampa

consultori_medicoI consultori pubblici non bastano. Queste strutture, nate nel 1975 come "servizio di assistenza alla famiglia e alla maternità", sono 2.097, circa il 30% in meno di quanto necessario. Inoltre, solo il 4% di queste hanno tutte e 8 le figure professionali previste. Lo sostiene la Sigo che ha fatto punto della situazione a Roma presentando questi dati al convegno “Adolescenti, sesso, internet e tv: comportamenti virtuali e rischi reali - A 35 anni dalla nascita dei consultori le esigenze dei ragazzi oggi”.

“Il consultorio familiare è il luogo della prevenzione e della cura del disagio legato al ciclo di vita personale e di coppia e ha tra i compiti istituzionali primari il sostegno alla donna e alla famiglia e in particolare alla genitorialità”, ha ricordato Giovan Battista Ascone, direttore dell'Ufficio per la Tutela della salute della donna e dell'età evolutiva, del ministero della Salute. “Nonostante gli sforzi compiuti per offrire servizi efficaci, il numero dei consultori familiari è andato negli anni contraendosi, un po' per accorpamento, un po' per vere e proprie chiusure”.

Negli ultimi anni i consultori familiari non sono stati potenziati e ancora una parte dei cittadini ne ignora l'esistenza. Inoltre, solo poco più del 50% delle regioni ha recepito il Progetto obiettivo materno infantile (Pomi) del 2000 che andava a valorizzare le strutture stesse e gli standard dell'offerta. La regione che conta più consultori è l’Emilia Romagna (204), mentre fanalino di coda è il Molise (7).

Secondo i dati del rapporto “Organizzazione e attività dei consultori familiari pubblici in Italia anno 2008” del Ministero della Salute, la qualità dei consultori è buona per il 55%, mediocre per il 29%. Poche sono invece le strutture fatiscenti, pari al 3%.

Problematica, invece, è l'offerta. Solo nel 4% dei casi sono presenti le 8 figure professionali stabilite dalla legge. Nel 21% le figure professionali presenti sono 6-7, mentre nel 23% da 1 a 3. L’ostetrica, lo psicologo, l’assistente sociale e il ginecologo sono le figure più presenti, ma in molti casi non sono presenti contemporaneamente nella stessa struttura. Così svanisce nel nulla ogni possibilità di un lavoro di equipe di fronte a situazioni più complesse.

La percentuale di ore dedicate ai colloqui con gli adolescenti è in alcuni casi bassa o quasi inesistente. La regione che meglio alle esigenze dei giovani è la Toscana, con un dato del 91%. “Il rapporto dimostra che la situazione varia enormemente da regione a regione”, - ha spiegato il consigliere nazionale della Sigo, Emilio Arisi. “La Toscana, con il 91%, è quella che meglio fornisce questo servizio quasi inesistente, invece, in Veneto e nel Lazio”.

 

 

Altri Articoli - Coppia e Società

"Un 'altro tentativo fallito, un altro dolore da soffocare..." - Il diario della Fecondazione Assistita 1

Le emozioni di una paziente che ha vissuto la sua infertilità "sine causa" o inspiegata e tutte le terapie fatte, compresi i tanti tentativi di inseminazione intrauterina, fivet, icsi.
riprova
IV Corso Medicina della Riproduzione-Roma, 27 Maggio 2014
IV Corso Medicina della Riproduzione "Infertilità Inspiegata"

Ci sono dei rischi nella somministrazione di antiossidanti?

Intervista a Prof. Lamberto Coppola (Andrologo) e Prof. Claudio Manna (Ginecologo)

riprova

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI