Bioetica e fecondazione assistita, più luci che ombre

 
E-mail Stampa PDF

vaticanoLa fecondazione assistita come soluzione dell’infertilità di coppia ha sollevato numerosi problemi di bioetica sin da quando iniziò ad essere praticata. Il dibattito più acceso ha riguardato e riguarda la crioconservazione degli embrioni formati in eccesso rispetto a quelli necessari per il trasferimento in utero e che assai spesso restavano inutilizzati per un lungo periodo, destinati, il più delle volte, alla loro distruzione.

Divenne anche possibile utilizzare gameti (spermatozoi o ovociti) provenienti da persone estranee alla coppia (Fecondazione eterologa) soprattutto di fronte a problemi andrologici importanti. Fu introdotta la cosiddetta Diagnosi preimpianto (PGD) che consiste nell’analizzare alcune cellule dell’embrione per scoprire l'eventuale presenza di malattie come la Fibrosi Cistica o la Microcitemia (beta talassemia). In quel caso, l'embrione analizzato non viene trasferito in utero e viene eliminato.

La dottrina della Chiesa cattolica pone tuttavia un problema ancor più radicale alle tecniche di Fecondazione assistita ossia il fatto che la fecondazione stessa avvenga al di fuori del corpo della donna.

Tutte queste tecniche di Fecondazione assistita, pur continuando ad essere praticate hanno subito delle evoluzioni interessanti che consentono di superare numerosi problemi di bioetica citati.

La crioconservazione degli ovociti ha ormai raggiunto livelli di affidabilità tecnologica simili a quelli ottenuti con il congelamento degli embrioni. Ciò è talmente vero che alcuni paesi come la Spagna preferiscono di gran lunga crioconservare gli ovociti con la tecnica di vitrificazione invece che gli embrioni.

Dopo il 1978 l'evoluzione della Fecondazione in vitro, che per la prima volta poteva superare i problemi di infertilità tubarica in modo certo e completo, ha portato alla soluzione di quasi tutti i problemi andrologici. Infatti con la ICSI bastano pochissimi spermatozoi (anche prelevati dal testicolo in caso di azoospermia) per ottenere la fecondazione. Molti di questi pazienti, precedentemente, avrebbero dovuto ricorrere all’uso del seme di un donatore (estraneo alla coppia) per ottenere una gravidanza.

La Diagnosi preimpianto si è evoluta e, invece che prelevare cellule di embrioni, la stessa diagnosi oggi si può effettuare per la maggior parte delle malattie genetiche su una piccola parte dell’ovocita chiamato globulo polare. In questo modo si eliminerebbe l’ovocita stesso e non l’embrione se risultasse portatore della malattia come è stato ribadito anche all’ultimo Meeting dell’ESHRE che si è tenuto a Roma.

Oggi si inizia a crioconservare anche tessuto ovarico di bambine e adolescenti che devono essere sottoposte a terapie antitumorali che distruggono la loro capacità riproduttiva. In tal modo sarà possibile innestare il tessuto crioconservato per riottenere successivamente la fertilità. Alcuni bambini sono già nati con questa tecnica. Queste donne in cerca di un figlio non ricorreranno necessariamente alla donazione di ovociti da parte di persone estranee alla coppia.

Lo stesso attacco radicale alla Fecondazione assistita al di fuori del corpo ha trovato di recente un’elegante soluzione con la tecnica USET che consiste nell’inserire gli ovociti e gli spermatozoi in utero subito dopo essere stati prelevati. In questo modo la fecondazione avviene all’interno del corpo e precisamente nell’utero.

E’ facile da questi esempi concreti rendersi conto di come la scienza e la tecnica abbiano in sé assai spesso la potenzialità di indicare strade alternative per la soluzione di problemi medici importanti che pongono anche delicati problemi di bioetica.

 

Altri Articoli - Riproduzione

Prof.Iorio, dieta mediterranea, attività fisica, abolizione/riduzione di fumo e alcool e un uso oculato di omega-3 combattono lo stress ossidativo mantenendo vitali e in buona salute i gameti
riprova
Corso del Prof. Claudio Manna "Come gestire la Coppia Infertile e collaborare con un Centro PMA" svoltosi a Roma, 21 dicembre 2012

Blastocisti e PGs sempre buone tecniche?

Quanti embrioni arrivano dopo 5 giorni di coltura a blastocisti? Si calcola circa il 50% da un recente lavoro scientifico su queste tecniche con una percentuale di gravidanze cliniche del 14% per Pick-Up. I nostri risultati (Centro Biofertility 2016) senza coltura a blastocisti o PGs ci hanno mostrato un tasso di gravidanze clinico del 32% per Pick-Up
riprova

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI