Come l'embrione si impianta

 
E-mail Stampa PDF

embrione_impiantoL’impianto dell’embrione nella parete dell’endometrio è un evento molto particolare e importante per la riuscita dell'attecchimento. Il meccanismo è determinato dalla comunicazione tra le cellule dell’embrione che deve impiantarsi e quelle dell’endometrio che devono accoglierlo.

La fecondazione avviene a livello delle ampolle tubariche e l’embrione in divisione si muove attraverso le tube per scendere verso l’utero. Quando giunge nell'utero l'embrione ha raggiunto lo stadio di blastocisti e rimane “a galleggiare” per 2 giorni, nutrito da sostanze prodotte dalle ghiandole endometriali, sino a quando non si poggia sulla parete uterina. L’impianto vero e proprio consiste quindi in un primo contatto (apposizione) tra la parete della blastocisti e lo strato esterno dell'endometrio che riveste internamente la cavità uterina, epitelio endometriale, ricco di vasi sanguigni pronti a nutrire l'embrione, che a questo punto ha esaurito l'autonomia delle sue risorse interne per sopravvivere. La blastocisti si inserisce così in una cripta, in corrispondenza della porzione di zona pellucida lisata. Inizia così il processo di annidamento, in cui il trofoblasto (le cellule della blastocisti) “sguscia” fuori dalla zona pellucida.

E' fondamentale che l'endometrio si modifichi in risposta a segnali prodotti dall’embrione. Tuttavia, è anche importante che la blastocistizona pellucida che circonda e protegge l’embrione si apra e lasci scusciare fuori l'embrione. La funzione della zona è appunto quella di impedire gravidanze extra-uterine, racchiudendo l’embrione fino al suo arrivo nell’utero. Sia l'embrione che l'endometrio producono sostanze chimiche che "dialogano" tra loro, il successo di questa comunicazione produce l'impianto.

L'organismo materno, con un meccanismo complesso, riconosce e tollera l'embrione come proprio, nonostante esso sia per metà di origine paterna. Dopo l'annidamento inizia un aumento esponenziale delle divisioni cellulari dell'embrione che porta al differenziamento delle cellule in 2 diverse linee cellulari : il citotrofoblasto e il sincizio-trofoblasto esterno. Quest’ultimo è una massa di cellule “fuse” insieme, che invade i tessuti materni per permettere l’inserimento del trofoblasto nella parete muscolare uterina.

Il trofoblasto, subito dopo l'impianto comincia a produrre l' ormone b-HCG (gonadopropina corionica) che dosato nel sangue indica l'avvio di una gravidanza.

Inizia così la formazione della placenta e si crea la rete dei vasi sanguigni che permette la corretta nutrizione del feto fino al momento del parto.

 

Altri Articoli - Riproduzione

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI