Quali problemi con la pillola contraccettiva?

 
E-mail Stampa PDF

pillola-problemiOltre a numerosi vantaggi, la pillola anticoncezionale presenta alcuni problemi di utilizzo. Il primo problema è certamente la regolarità e la precisione con la quale va assunta, per mantenere la sua efficacia anticoncezionale.

Inoltre:

  • alcune donne non possono assumerla per problemi cardiovascolari o predisposizione ad altre patologie; ad esempio la mutazione genetica in forma di omozigosi a certi fattori della coagulazione;

  • pillole con elevato quantitativo estrogenico possono aumentare la frequenza degli episodi di emicrania;

  • particolari componenti progestinici con azione androgenizzante che oggi sono utilizzati raramente, possono peggiorare od indurre seborrea ed acne;

  • all'inizio dell'assunzione può dare alcuni effetti collaterali spiacevoli come nausea, tensione mammaria (comunque leggera) che può essere corretta adottando pillole con dosaggio estrogenico minore, sensazione di gonfiore, lieve aumento di peso (contrastabile assumendo pillole contenenti particolari progestinici come il drospirenone che ha un lieve effetto diuretico), spotting intermestruale (leggere perdite di sangue al di fuori delle mestruazioni) senza di alcun significato patologico e spesso associate dopo irregolarità di assunzione;

  • raramente può dare depressione e calo della libido;

  • imbrunimento a chiazze della cute di solito del volto detto cloasma o melasma, causato da un accumulo eccessivo di melanina (pigmento dell'abbronzatura);

  • interferisce con antibiotici e farmaci analgesici che possono ridurne l'efficacia;

  • non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili, il cui contagio può essere scongiurato solamente con l'uso del condom.

Inoltre, alcuni studi fatti in passato relativi all'uso della pillola con le vecchie formulazioni ad alto contenuto di estrogeni, avevano evidenziato un trascurabile e transitorio aumento del rischio relativo* di sviluppare un tumore maligno della mammella. Questo aumento del rischio relativo, rispetto alle donne che non usavano la pillola, riguardava soprattutto quelle che avevano iniziato ad assumerla ad alto contenuto di estrogeni prima dei 20 anni di età. A 10 anni dalla sospensione della pillola contraccettiva il rischio relativo diminuiva fino a divenire uguale a quello delle donne che non l'avevano mai assunta. L'uso della pillola ad alto contenuto di estrogeni ha avuto comunque un'influenza trascurabile sull'incidenza complessiva di questo tipo di tumore nelle donne stimabile in circa 0,5 casi su 10mila.

È importante sottolineare che studi più recenti relativi alle pillola anticoncezionale a ridotto contenuto di estrogeni hanno invece dimostrato come non sia rilevabile alcun incremento dell'incidenza di tumore mammario associato all'uso dei contraccettivi orali. Inoltre, il rischio clinico dei contraccettivi orali di sviluppare un carcinoma della mammella risulta non essere significativo, nemmeno in caso di inizio dell'assunzione a partire da giovane età. Grazie a questa sicurezza, inoltre, in alcuni casi la pillola viene usata dai centri di fecondazione assistita per iniziare la stimolazione ovarica in giorni prestabiliti.

Questi sembrano essere oggi i possibili svantaggi che provengono dall’uso degli estro progestinici. Altri ipotetici problemi rappresentano più che altro timori non suffragati oggi da evidenze scientificamente provate.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

* Probabilità cioè che un soggetto, appartenente ad un gruppo esposto a determinati fattori, sviluppi maggiormente la malattia, rispetto alla probabilità che un soggetto appartenente ad un gruppo non esposto a quei fattori sviluppi la stessa malattia

 

Altri Articoli - Riproduzione

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI