Quando il secondo figlio non arriva

 
E-mail Stampa PDF

figlio-unico-papa-mammaAnche se molti genitori si fermano al primo figlio non pochi ne desiderano di più ed il secondo viene cercato spesso con insistenza per dare una compagnia al primo. Se non arriva i genitori si chiedono sorpresi il perché. Il ginecologo, che dopo un anno chiama questa condizione infertilità secondaria, cerca di capire cosa è successo dopo il primo figlio, quale problema ostacola la venuta di un secondo?

Questa domanda è d’obbligo specialmente se è trascorso molto tempo dalla prima gravidanza. Nell’uomo gli spermatozoi sono ancora performanti come prima? Ci siano stati problemi a livello delle tube nel frattempo? Sapere, inoltre, se il primo figlio è arrivato subito o dopo molto tempo è rilevante per tentare di rispondere alla nostra domanda. Se la risposta è positiva è probabile che si sia verificato qualcosa di imprevisto che ha bloccato la fertilità. Ad esempio un fatto infettivo acuto che può aver colpito sia la donna (ad esempio le tube) che l’uomo (potrebbe essere insorta un’infezione del tratto genitale maschile). Se invece Il primo figlio è giunto dopo parecchio tempo di rapporti non protetti potrebbe esserci stato il peggioramento di una precaria condizione patologica precedente come ad esempio una prostatite o varicocele se preesistevano. Pertanto tra i primi esami da richiedere ci sarà un’isterosalpingografia per lei ed uno spermiogramma per lui.

A volte l’infertilità secondaria si presenta dopo un parto cesareo. In questi casi l’intervento potrebbe aver causato la comparsa di aderenze intorno alle tube ed alle ovaie e questa situazione potrebbe essere stata causata dal “raschiamento” eseguito dopo un aborto spontaneo o volontario che abbia causato infezioni uterine e tubariche. In questi casi anche un’isteroscopia può essere utile proprio per verificare l’integrità della cavità uterina da aderenze, infiammazioni o anche polipi. Talvolta può anche instaurarsi il malfunzionamento di organi come la tiroide.

Non dimentichiamo però che dopo molti anni, quando si è superata la soglia dei 40 per una donna o dei 50 per l’uomo, la capacità riproduttiva è comunque significativamente ridotta e gli interventi sono più difficili.

Le terapie possibili generalmente sono quelle mediche da parte dell’andrologo per migliorare uno spermiogramma deficitario. Ma nel caso in cui esse non riportino la situazione nella norma si potrà ricorrere ad un’inseminazione intrauterina o nei casi di insuccesso e di situazioni più gravi alla ICSI. Se viene dimostrato un problema tubarico spesso è necessario ricorrere alla FIVET.

 

Altri Articoli - Riproduzione

Prof.Iorio, dieta mediterranea, attività fisica, abolizione/riduzione di fumo e alcool e un uso oculato di omega-3 combattono lo stress ossidativo mantenendo vitali e in buona salute i gameti
riprova
Corso del Prof. Claudio Manna "Come gestire la Coppia Infertile e collaborare con un Centro PMA" svoltosi a Roma, 21 dicembre 2012

Blastocisti e PGs sempre buone tecniche?

Quanti embrioni arrivano dopo 5 giorni di coltura a blastocisti? Si calcola circa il 50% da un recente lavoro scientifico su queste tecniche con una percentuale di gravidanze cliniche del 14% per Pick-Up. I nostri risultati (Centro Biofertility 2016) senza coltura a blastocisti o PGs ci hanno mostrato un tasso di gravidanze clinico del 32% per Pick-Up
riprova

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI