Selezionare il sesso del futuro bebè. A che punto siamo?

 
E-mail Stampa PDF

maschio-femmina-bebeMaschio o femmina? Numerosi metodi sono attualmente utilizzati nella medicina riproduttiva per la selezione del sesso del bebè. Nella società è sempre esistito il desiderio controllare il genere della progenie prima del concepimento. Molte le ragioni: da un maggior equilibrio numerico tra i sessi in una famiglia alla preferenza verso il maschio imposta da fattori culturali fino alla prevenzione di malattie ereditarie legate al sesso.

Nelle società occidentali sembra che l’equilibrio tra i sessi venga preferito ma sorprendentemente secondo un recente studio di David S. Karabinus in un grande centro di Genetica e Fecondazione assistita di Fairfax negli Stati Uniti il 75% delle coppie propendeva per la femmina nei loro desideri di genere per il proprio figlio.

Le tecnologie più utilizzate nelle cliniche specializzate nella selezione del sesso sono quelle che agiscono sugli spermatozoi come il “Microsort sperm sorting” e il metodo di Ericsson della separazione con gradienti di albumina. Sappiamo infatti che è lo spermatozoo portatore del cromosoma Y a determinare il sesso del nascituro visto che gli ovociti contengono sempre e solo cromosomi X. Inoltre, la diagnosi preimpianto è un’altra metodica recente per selezionare il sesso dell’embrione ma questo implica la sua distruzione.

Una buona fetta dell’opinione pubblica ha sempre criticato i metodi tecnologici per selezionare il sesso ed è stata sempre più attratta da quelli naturali indipendentemente anche dai costi delle varie procedure possibili. Secondo un recente studio della CIA per il governo americano, il rapporto reale delle nascite tra maschi e femmine è 1,05 cioè lievemente a favore del sesso maschile (nascono più maschi). Questo rapporto può variare sulla base di molti fattori anche esterni come lo stress, l’esposizione a certe sostanze chimiche o radiazioni benché gli esatti meccanismi di queste influenze non siano conosciuti.

Altri fattori esterni implicati in questa selezione sono stati identificati nei sali minerali presenti nella dieta ma anche nel momento dei rapporti sessuali in relazione a quello dell’ovulazione. In particolare secondo i ricercatori Shettles e McSweeney, gli spermatozoi portatori del cromosoma Y (cromosoma maschile) sono più leggeri e veloci, ma anche più fragili e meno longevi di quelli portatori di un cromosoma X. Pertanto, secondo gli studiosi, i rapporti sessuali più vicini al momento dell’ovulazione favorirebbero il concepimento dei maschi.

 

Altri Articoli - Riproduzione

Prof.Iorio, dieta mediterranea, attività fisica, abolizione/riduzione di fumo e alcool e un uso oculato di omega-3 combattono lo stress ossidativo mantenendo vitali e in buona salute i gameti
riprova
Corso del Prof. Claudio Manna "Come gestire la Coppia Infertile e collaborare con un Centro PMA" svoltosi a Roma, 21 dicembre 2012

Blastocisti e PGs sempre buone tecniche?

Quanti embrioni arrivano dopo 5 giorni di coltura a blastocisti? Si calcola circa il 50% da un recente lavoro scientifico su queste tecniche con una percentuale di gravidanze cliniche del 14% per Pick-Up. I nostri risultati (Centro Biofertility 2016) senza coltura a blastocisti o PGs ci hanno mostrato un tasso di gravidanze clinico del 32% per Pick-Up
riprova

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI