Sintomi e diagnosi del diabete gestazionale

 
E-mail Stampa PDF

pancioneI sintomi del diabete gestazionale sono vari. I principali, anche se spesso il diabete in gravidanza non si manifesta con sintomi chiari, dovrebbero essere presi in considerazione le seguenti condizioni:

  • aumento ingiustificato della quantità di urina prodotta
  • aumento ingiustificato della sete
  • perdita di peso nonostante aumento della fame
  • nausea e vomito (peraltro molto comuni in gravidanza e quindi poco significativi)
  • infezioni frequenti (per esempio candidosi, cistiti.…),
  • disturbi alla vista

Nel marzo 2010, dopo una completa revisione della letteratura disponibile, sono state proposte le nuove linee guida nazionali italiane che modificano in parte l’approccio diagnostico al diabete in gravidanza. La procedura che prima prevedeva 2 fasi, il “minicarico” con 50gr di glucosio e prelievo ematico a tempo zero e dopo 60 minuti, e l’OGTT da 75 grammi di glucosio (Oral Glucose Tolerance Test o test orale di tolleranza al glucosio o curva da carico orale di glucosio o semplicemente curva da carico) nel caso di riscontro positivo della “minicurva”, viene oggi considerato superato. Al contrario, si suggerisce una prima valutazione del valore di glicemia a digiuno già alla prima visita di gravidanza, per rilevare i soggetti a rischio con diabete manifesto, che viene diagnosticato nel caso si rilevino in 2 momenti diversi valori a digiuno superiori a 126 mg/dl. E’ possibile inoltre parlare di diabete manifesto nel caso si rilevi un valore di glicemia in un qualsiasi momento della giornata maggiori di 200 mg/dl, se confermato in seguito da un valore di glicemia a digiuno superiore a 126 mg/dl. Nel caso in cui il valore rilevato alla prima visita in gravidanza risulta maggiore di 92 mg/dl e inferiore a 126 mg/dl si pone diagnosi di diabete gestazionale.

Tutte le donne con valore a digiuno della glicemia rilevato alla prima visita inferiore a 92 mg/dl senza precedente diagnosi di diabete manifesto, indipendentemente dalla presenza di eventuali fattori di rischio per diabete gestazionale, devono eseguire un carico di glucosio (OGTT) da 75 grammi in 300 ml di acqua tra la settimana 24 e la settimana 28, con prelievo di sangue a tempo zero, dopo 1 ora e dopo 2 ore. Si parla di diabete gestazionale nel caso in cui venga rilevato anche un solo valore superiore a quelli soglia:

digiuno ≥ 92 mg/dl

ad 1 ora ≥ 180 mg/dl

a 2 ore ≥ 153 mg/dl

Le donne affette da diabete gestazionale dovranno sottoporsi nuovamente all’ OGTT da 75 grammi a distanza di 8-12 settimane dal parto.

 

Altri Articoli - Riproduzione

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI