Quando la tuba non funziona. Come saperlo e cosa fare

Condividi
Tweet
 
Lunedì 02 Maggio 2011 00:00 Scritto da Claudio Manna
Stampa

La Fertiloscopia è una particolare tecnica che può svelare piccole alterazioni delle tube

La Fertiloscopia è una particolare tecnica che può svelare piccole alterazioni delle tube

fimbriaI dati scientifici dicono che l’infertilità inspiegata riguarda tra il 10 ed il 30% di tutte le coppie infertili. Viene definita “inspiegata” l’infertilità quando tutti gli esami sembrano normali ed in particolare lo spermiogramma, i risultati ormonali e l’isterosalpingografia (ISG). Si è anche dimostrato però che la percentuale di infertilità inspiegata diminuisce se le indagini diagnostiche vengono approfondite abbastanza. Infatti, riguardo allo stato delle tube molto spesso viene praticata solo l’ isterosalpingografia che nel caso in cui le tube sembrano normali rappresenta un esame di valore limitato nel senso che in realtà ci possono essere in questi organi problemi non evidenziati (falsi negativi).

Il Prof. Watrelot al recente Meeting di Parigi della Società Mediterranea per la Riproduzione ribadisce come un tipo particolare di laparoscopia, la Fertiloscopia è in grado di svelare piccole alterazioni delle tube che possono pregiudicare la loro funzione. La Fertiloscopia messa a punto per la prima volta dal Prof. Gordt è una particolare endoscopia nella quale con lo strumento si accede dalla vagina anziché dall’ombelico. Si introduce poi del liquido nel quale tutti gli organi (utero, ovaie, tube) “nuotano” e proprio per questo si vedono interno_tubamolto meglio. In particolare le tube possono dimostrare piccolissime dilatazioni della parte più esterna e vicina alle ovaie che riguardano lo strato muscolare delle tube, agglutinazione delle fimbrie, aderenze di tipo non connettivale (più sottili), e anomalie della mucosa (rivestimento interno) delle tube stesse sotto forma di aderenze interne. Con questa tecnica è infatti possibile vedere bene l'interno della tuba nella sua parte più vicina all'ovaio in un modo straordinariamente chiaro.

Watrelot in un gruppo di 1292 pazienti con infertilità inspiegata trovò il 28,4% di anomalie della mucosa tubarica. In questi casi fu consigliata la Fecondazione in Vitro perché l’inseminazione intrauterina non avrebbe portato a risultati perché queste anomalie interne delle tube non erano correggibili (l’Inseminazione presuppone che le tube siano perfettamente funzionanti). In un altro gruppo di 341 pazienti lievi anomalie tubariche in 67 casi che si poterono trattare chirurgicamente. Trentaquattro di loro (50,7%) andarono in gravidanza spontaneamente dopo 6 mesi dall’intervento.

fimbria_CON_SCRITTESembra che la Fertiloscopia sia in grado di diagnosticare meglio le malattie che coinvolgono le tube, in modo da decidere quali sono trattabili chirurgicamente e quali invece da affidare alla Fecondazione in Vitro. Così si riduce oltretutto la percentuale di infertilità in cui non si trova una causa. La Fertiloscopia da parte di chi la esegue viene considerata meno invasiva della normale laparoscopia e può essere effettuata anche senza ricovero.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Tags:

Vedi anche