Si può amare per sempre una persona o la si può dimenticare quando ci abbandona?

 
E-mail Stampa

amore-coppia-cuoreTendenzialmente si soffre, senza cadere nell'errore della generalizzazione, perché oggigiorno la fretta e la velocità in tutto, si è trasferita anche nei rapporti umani e, quindi, sentimentali. Pertanto, non ci si offre più l'opportunità di 'dosare' le emozioni imparando a conoscersi/ci con gradualità e senza affanno. Il risultato è che si finisce per anteporre ciò che ci si aspetta dall'amore (idealizzazione) alla reale conoscenza di una persona.

Inoltre, siamo esseri fatti di passato, il quale non si può resettare o “formattare” come un computer. Occorre avere l'umiltà, alle volte, di ammettere a noi stessi che un amore finito non si dimentica. Un amore finito si può elaborare, estrapolandone tutti quegli insegnamenti che possano farci evitare di commettere gli stessi errori che alimentino il circolo vizioso della sofferenza. In tutto questo può essere utile tenere un diario personale.

Fermo restando che esistono persone che sono capaci di descrivere il loro come un partner quasi etereo, fatto di spirito più che di materia (sono quegli amori idilliaci che descrivono più un modello che un reale essere umano), possiamo a giusto titolo affermare che sussistono degli ‘ingredienti’ che intervengono nella realizzazione di un’ottimale “ricetta d’amore”. Questi ingredienti sono:

a) la capacità di ironizzare sul partner o l’autoironia;

b) la possibilità di reinventarsi come coppia in nuove attività;

c) il garantire al partner la giusta dose di libertà ed autonomia decisionale;

d) l’assenza o riduzione al massimo di ruoli sociali maschili e femminili;

e) vivere la sessualità, in ogni età, non come un dovere.

 

Per quel che concerne la componente ironica, possiamo osservare come questa permetta al partner, uomo o donna che sia, di lasciar passare contenuti anche seri ed importanti per la coppia, mediandoli attraverso sorrisi e battute capaci di smorzare una probabile o plausibile tensione.

Inoltre, sperimentare attraverso viaggi, interessi nuovi, condivisione (ed attuazione) di desideri, permetterà anche alla coppia più tradizionalista, di trovare occasioni di crescita e di sviluppo individuale capaci di rinfrescare le dinamiche affettive.

La fiducia, per proseguire, è una ulteriore condizione affinché si stabilisca la piena serenità. Attraverso di essa, ognuno potrà vivere autonomamente spazi di vita che non implicano necessariamente la presenza dell’altro/a. Opportuno anche pensare ad una coppia che possa non prevedere che sia sempre lui o lei a scegliere dove, quando e perché andare in un determinato luogo. In questo modo gli stessi ruoli che la società spesso dipinge come appartenenti ad un sesso o all’altro, perdono la loro valenza di luoghi comuni, diventando amore-manooccasione di maturazione del pensiero; non esistono competenze prestabilite. Esemplificando, se il partner maschile è libero da impegni lavorativi, potrà occuparsi delle faccende domestiche, così come se ad esser libera è la partner femminile, potrà essa stessa prevedere di recarsi a fare la spesa. Il tutto senza vittimismi o con l’idea che sia screditante fare qualcosa che un tempo era di pertinenza specifica.

Anche la sessualità assume un valore determinante affinché la coppia possa conservare la sua solidità, poiché attraverso il tatto sarà possibile confermare il desiderio che si ha del partner, trasferendo su di esso il messaggio della unicità e profondità.

Quando accade che uno o più di questi elementi viene meno, è come se venisse meno tutta l’infrastruttura che lega due persone. L’aspetto disastroso del tutto, però, è che allorquando ci siamo predisposti a realizzare questa infrastruttura, i materiali che abbiamo utilizzato avevano il nome del dono d’amore incondizionato, del trasferimento delle aspettative, del nutrimento del suo corpo, del suo animo e della sua psiche. Il crollo di un rapporto, allora, diventa crollo di personalità perché con la perdita del nostro amato, perdiamo anche pezzi della nostra vita, del nostro Io più intimo.

Ecco allora che l’unica modalità di reazione alla quale si può pensare sarà quella di prevedere una raccolta innanzi tutto di se stessi, ricavandosi spazi per riflettere, vivendo quasi come una terapia il fatto di vivere in una condizione di solitudine. Al bando, quindi, qualsiasi forma di “chiodo schiaccia chiodo” che determina solo un’accentuazione della ferita subita, oltre che destabilizzare una persona che non c’entra nulla con il nostro passato.

 

Altri Articoli - Sessuologia e Psicologia

"Un 'altro tentativo fallito, un altro dolore da soffocare..." - Il diario della Fecondazione Assistita 1

Le emozioni di una paziente che ha vissuto la sua infertilità "sine causa" o inspiegata e tutte le terapie fatte, compresi i tanti tentativi di inseminazione intrauterina, fivet, icsi.
riprova
IV Corso Medicina della Riproduzione-Roma, 27 Maggio 2014
IV Corso Medicina della Riproduzione "Infertilità Inspiegata"

Diagnosi di infertilità: come reagisce la coppia?

Dr. Tatiana De Santis

riprova

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI