Esiste la paura d'amare?

 
E-mail Stampa

amore_paura“…Ma non è un videogame che puoi anche sbagliare e ho voglia di piangere e chiedere aiuto non ho niente da perdere e niente da dare ho paura d'amare”. Recita così una parte del testo del 1993 della canzone di Marco Masini “Paura d’amare”. E’ una canzone che fa riflettere, come fanno riflettere altri tentativi, nella cinematografia o nell’editoria, di descrivere quello che succede quando, davanti ad un sentimento così intenso, affascinante ed anche inspiegabile, ci si blocca nel timore immenso di lasciarsi andare nelle braccia di chi è sempre nei nostri pensieri.

Leggendo ed intepretando i blocchi ed i timori di chi congela il proprio cuore per finire quasi nell’anestesizzarlo, possiamo cominciare col pensare che è logico e consequenziale fuggire di fronte ad un qualcosa che ci ha già messo duramente alla prova, determinando una vera e propria sconfitta affettiva davanti alla quale non possiamo far altro che ‘leccarci le ferite’. Tutti coloro i quali hanno subito una violenza nel cuore o una violenza nel corpo sviluppano, nel tempo, una sorta di ‘corazza’ il cui spessore è commisurato sia al livello di sofferenza provata sia al bagaglio di strumenti in possesso ed il cui utilizzo può aiutare ad elaborare ciò che è accaduto.

Il problema diventa allora comprendere quanto tale corazza impedirà, crescendo, di lasciare spazio per offrire a se stessi nuove opportunità e nuove esperienze di contatto amoroso. E’ assai facile infatti assistere a persone che, ferite nel loro più profondo animo, successivamente antepongono la dimensione del corpo a quella del cuore, illudendosi che attraverso il fisico si mettano in gioco emozioni più profonde. O finanche arrivando al paradosso che il corpo diventa esso stesso amore, ‘vendendo’ a poco prezzo tutta la propria totalità dell’essere. Succede allora che la coazione a ripetere di un sesso fine a se stesso, attiva nuovi meccanismi di rinforzo del pensiero che, se mi offro col corpo, ottengo l’altro o l’altra. In questo delicato ma anche sottile gioco di ruoli, chi ne fa le spese è assai spesso la persona che, avendo precedentemente perso fiducia nei sentimenti, si deve quasi accontentare di relazionarsi nella superficie, sapendo che andare oltre significa riprovare il trauma iniziale o perlomeno attivarne il ricordo.

Paura d’amare significa anche progettualità futura, condivisione di spazi comuni, gestione di una vita di coppia che possa gratificare le esigenze dell’uno e dell’altro partner. In un cuorimondo sempre più legato alla frenesia, alla fugacità dei rapporti, lavorocentrico, la prospettiva del sentire il proprio cuore ci ha persino fatto sviluppare concetti come “lasciarsi andare alle emozioni”, quasi come se l’emozione fosse un fantasma pericoloso ed aggressivo davanti al quale fuggire.

Si ha paura di tutto ciò che non si conosce, ma quando si arriva ad avere il coraggio di accendere la stanza buia del nostro io, a trovare l’interruttore giusto, l’illuminazione determina lo scoprire magari che ciò che è in noi presente, è presente anche nelle volontà di chi è accanto e desidera allo stesso nostro modo condividere. Avere un pizzico di voglia anche di rinunciare al proprio orgoglio, chiedendo aiuto, può anche aiutare a trovare quell’ ‘interruttore’.

E, come recita, ancora una volta, al termine della sua canzone, Masini: “…Ora basta ora basta con questi lamenti sono grande lo so devo uscire di gabbia noi vogliamo dagli altri e non diamo mai niente ora basta con questi giubbotti di rabbia …No bisogna dire no e non buttarsi via nell'infelicità di una vita a fari spenti, no la verità non c'è rinascere si può”.

Bookmark and Share
 

Altri Articoli - Sessuologia e Psicologia

Blastocisti e PGs sempre buone tecniche?

Quanti embrioni arrivano dopo 5 giorni di coltura a blastocisti? Si calcola circa il 50% da un recente lavoro scientifico su queste tecniche con una percentuale di gravidanze cliniche del 14% per Pick-Up. I nostri risultati (Centro Biofertility 2016) senza coltura a blastocisti o PGs ci hanno mostrato un tasso di gravidanze clinico del 32% per Pick-Up
riprova

Diagnosi di infertilità: come reagisce la coppia?

Dr. Tatiana De Santis

riprova

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI