Come reagire alla scomparsa di un figlio? Il vademecum dello psicologo

 
E-mail Stampa

scazzi_madreEsiste un vademecum per reagire alla scomparsa di un figlio o di una figlia? Probabilmente nessuna regola scientifica riuscirà mai a descrivere in modo lineare sentimenti, preoccupazioni o angosce. Ancor meno a regolarle. Di certo, però, è possibile farsi aiutare da alcune elementari regole di buon senso che possono contribuire a non perdere le redini della situazione.

Per capire il modo migliore nell’approcciare eventi limite come quelli che purtroppo sempre più spesso si leggono sulle prime pagine dei nostri quotidiani (da Denise Pipitone, a Sara Scazzi a Yara Gambirasio), Vita che Nasce ha chiesto allo psicologo Domenico Giuseppe Bozza di stilare un decalogo dell’emergenza, una sorta di sentiero che tutta la famiglia o la coppia possono percorrere insieme, fatto alcuni punti fermi fondamentali per restare padroni della situazione.

  1. Cercare il confronto con persone positive, persone cioè che offrano occasioni per sperare e non per confermare o peggiorare il dolore;

  2. Identificare al più presto i luoghi di frequentazione dello scomparso, per permettere alle autorità di avere dei validi punti di partenza per le indagini;

  3. Non frenare le lacrime, poiché in questo caso rappresentano una forma di liberazione e di canalizzazione esterna della tensione;

  4. Cercare il più possibile di ‘sfruttare’ il potere dei mass media, ricordando che stampa e televisione cercano il più delle volte di esasperare le notizie con le immaginabili conseguenze psicologiche nei diretti interessati;

  5. Stabilire un’alleanza immediata col partner, laddove presente, anche in situazione di scarso dialogo o crisi di coppia;

  6. Lasciarsi circondare da ‘addetti ai lavori’ posponendo il naturale e comprensibile desiderio di ‘fare da soli’;

  7. Porre il dialogo e la comunicazione come capisaldi dei successivi tempi di attesa di notizie;

  8. Proteggere, laddove presenti, fratelli o sorelle minori particolarmente piccoli in quanto fragili od assenti sono gli strumenti di comprensione di ciò che accade, da ciò che accade internamente ed esternamente alla famiglia;

  9. Evitare o limitare l’assunzione di farmaci (calmanti, ansiolitici, ecc.) che possono esacerbare ulteriormente la tensione emotiva e comunque utilizzarli sotto stretto controllo medico;

  10. Laddove sia possibile, prevedere già da subito, come nei casi tipici della ‘psicologia dell’emergenza’, un supporto psicologico che preveda la presenza di uno psicologo capace di intervenire sia in termini di canalizzazione delle energie che di mediazione tra le emergenti istanze della famiglia, intesa come singolo elemento che la costituisce.

 

Altri Articoli - Sessuologia e Psicologia

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI