La prima volta: fare l’amore tra mito e realtà

 
E-mail Stampa
prima_volta_3Partiamo da un presupposto fondamentale: tra una falsa conoscenza ed un’assenza di conoscenza, è preferibile quest’ultima. Il lavoro, infatti, che occorre fare con una persona che ha concetti distorti su un particolare argomento è doppio: eliminazione della falsa credenza, prima. E informazione sulla realtà delle cose, in seconda istanza.

La società ha da sempre ‘caricato’ fortemente alcuni passaggi fondamentali della crescita. Sia emotivamente che dal punto di vista delle responsabilità che un dato gesto o situazione può determinare. Avviene così per un matrimonio, per la nascita di un figlio, per l’inizio della personale attività lavorativa. In modo intenso e ricco di implicazioni di varia natura, avviene anche per la prima volta che si fa l’amore.

Un tempo questo evento rappresentava l’apertura alla vita di relazione e veniva atteso con un’ansia che non riguardava solo il giovane, ma anche persone, come i genitori, interessati al corretto agire dei loro figli ed attenti ad uno dei passaggi più delicati della vita. Oggi andrebbero presi in considerazione aspetti nuovi poiché la società offre opportunità, strumenti e modalità che facilitano di gran lunga i rapporti erotici e l’incontro tra i sessi. A questo si aggiunge la variabile tempo che prima_volta_2stringe ancor di più gli spazi di scelta del proprio percorso esistenziale, compreso quello legato alla propria intimità.

Pensiamo ad Internet e alla possibilità oggi, attraverso la telefonia cellulare, di condividere immagini, suoni e video. E alle ostentazioni di nudità, fisicità veicolata attraverso televisione e pubblicità. Fermo restando i commenti che possono rasentare giudizi moralistici che in questa sede non pare importante sottolineare o evidenziare, occorre che il primo nucleo fondante il carattere di un bambino, la famiglia, possa recuperare un ruolo che forse, negli anni, ha perso. Il ruolo educativo, affidato ad ambiti che si legano all’apparenza e al denaro (su tutti, proprio la televisione) può provocare non tanto l’effetto emulativo nel giovane, quanto la perdita di rappresentatività di un padre e di una madre come bagaglio di contenuti emotivi, affettivi, protettivi ma anche stimolanti dotati di positività e costruttività.

Fare l’amore significa donare se stessi all’altro. E questo non pensiamo si leghi ad uno specifico sesso. Sia uomini che donne, infatti, dovrebbero vivere il ‘senso magico’ del sentire i profumi, la pelle, l’intimo del partner. La nudità ha un valore che è importante condividere con chi si sente potrà accoglierci, rispettandoci. Ecco anche il perché non esiste un’età specifica nella quale ci sentiamo di dire che è giunto il momento di scoprire l’amore, come se tutto si riferisse ad una ‘quantità anagrafica’.

Responsabilità, allora, affidata al ‘sentire’ più che al ‘vedere’. Sentire voglia dell’altro/a non è solo vedere l’altro/a come un corpo bello, appetibile e sensuale. Un genitore capace di organizzare i propri vissuti ed esperienze maturati da giovane, adattandoli temporalmente all’epoca attuale, a quanto il figlio o la figlia sta vivendo, è un genitore vincente. E’ questa un’opera di grande fiducia, ma anche lealtà educativa.

prima_volta_1Un ragazzo o una ragazza è, d’altro canto, importante che sappia che quei momenti saranno comunque legati ad un fattore indipendente dalla nostra volontà. Questo fattore è la memoria. Con le dovute differenziazioni, quella prima volta farà parte delle successive volte, con meccanismi di confronto, riflessione, rimpianto, rimorso. Perché l’amore è in continuo divenire, ma ricco sempre di sapori, il cui gusto rimane nel tempo.

 

Altri Articoli - Sessuologia e Psicologia

Blastocisti e PGs sempre buone tecniche?

Quanti embrioni arrivano dopo 5 giorni di coltura a blastocisti? Si calcola circa il 50% da un recente lavoro scientifico su queste tecniche con una percentuale di gravidanze cliniche del 14% per Pick-Up. I nostri risultati (Centro Biofertility 2016) senza coltura a blastocisti o PGs ci hanno mostrato un tasso di gravidanze clinico del 32% per Pick-Up
riprova

Diagnosi di infertilità: come reagisce la coppia?

Dr. Tatiana De Santis

riprova

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI