Incapaci di decidere. Così i social network addormentano la mente

 
E-mail Stampa

social-networkBombardati dalle informazioni, siamo incapaci di decidere. È quanto emerge da uno studio condotto da Angelika Dimoka, direttrice del Center for neuronal decision making della Temple University. La dimoka ha scoperto che quando aumenta il carico di informazioni, cresce anche l’attività nella corteccia prefrontale dorso laterale, responsabile del processo decisionale. All’aumentare delle informazioni ricevute, però, questa zona “si spegne”, va in tilt, smette di decidere, colpita da una sorta di malessere da sovraccarico.

Ad acuire – o forse a scatenare – questo fenomeno, la società odierna che bombarda continuamente la psiche con informazioni provenienti da ogni sorta di fonte: internet, programmi televisivi, smartphone, Facebook, Twitter, Myspace, giornali on line e telegiornali a flusso continuo. Assuefatto ad una portata simile di nozioni, al momento della scelta il nostro cervello si blocca e decide tenendo conto delle notizie più recenti che non costituiscono però la globalità del problema ma solo una minima parte, quella “più fresca”. Ne deriva che – immancabilmente – o ci si rifiuta di prendere una decisione o la si prende in modo errato. Nel libro “The art of choosing”, l’arte di scegliere, Sheena Iyengar scrive che “quando prendiamo una decisione, confrontiamo blocchi di informazioni. Quindi la decisione è più difficile se la quantità di informazioni che dobbiamo analizzare è maggiore”. A mandare in tilt il cervello, però, è anche il ritmo delle nozioni che riceve. L’afflusso continuo di dati, costringe la mente a decidere all’istante, senza riflettere più di tanto. Clifford Nass, psicologo dell’università di Standford, sottolinea come ormai siamo “addestrati a preferire una decisione immediata e sbagliata a una migliore e presa con calma”. A mancare, dunque, è la capacità di scremare quanto assimilato: la mente non riconosce più le notizie da cestinare da quelle su cui invece formare un’opinione.

La soluzione? Dire basta al mare magnum di informazioni in cui siamo immersi. Staccare tutto. Spegnere tv, smartphone e internet e andare farsi una doccia. Lontano da qualsiasi fonte di notizie e con un discreto numero di minuti a disposizione, il nostro cervello tirerà i remi in barca, si fermerà e prenderà una decisione altrimenti impossibile davanti ad uno schermata di Facebook o Twitter in continuo aggiornamento.

 

Altri Articoli - Sessuologia e Psicologia

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI