Sesso nel Medioevo, tra peccato e poesia

 
E-mail Stampa

Il Medioevo risente in modo stretto di ciò che il Cristianesimo aveva già introdotto all’epoca dell’Impero Romano. Cambia così il ruolo della donna e della famiglia nella società. Il Cristianesimo primitivo elevò lo standard morale e sessuale della donna. Il rigetto della poligamia, della prostituzione e dell’omosessualità, tutte pratiche comuni nella cultura pre-cristiana, spinsero infatti ad un ruolo più importante della donna nella società.

Il modo stesso in cui Gesù trattava le donne era in stretto contrasto con le culture che circondavano l’Impero Romano. L’episodio in cui egli approcciò la Samaritana o salvò la prostituta dalla lapidazione o ancora nelle nozze di Cana quando prepara il miracolo spinto da una precisa richiesta della madre sono esempi del modo in cui il Nazareno valorizzava le donne. La madre di Cristo poi ebbe un posto speciale nella storia della salvezza mentre ad esempio la cultura islamica negava decisamente un qualsiasi spazio a Maria pur riconoscendo a Gesù il ruolo di grande profeta.

Oltre ad un Medioevo cristiano, però, va considerato un Medioevo islamico caratterizzato da un deciso maschilismo, una diffusa poligamia e naturalmente la costituzione dell’harem. Qui le donne erano rinchiuse e sorvegliate dagli eunuchi. Possiamo facilmente pensare i tipi di frustrazione anche sessuale che vivevano. Ciò tuttavia non impedì probabilmente un immaginario erotico ricco come testimoniano produzioni letterarie raffinate del livello di testi come Le mille e una notte (la traduzione letterale dall’arabo è Mille notti e una notte ancora).

Tuttavia, anche il Medioevo cristiano era segnato da tratti evidenti di maschilismo, soprattutto nei tempi successivi a quelli delle origini. Il culto della castità e della verginità nonché dell’astinenza sessuale divennero valori sempre più importanti. Da S. Paolo a S. Ambrogio, passando per S.Agostino, queste virtù divennero nei secoli un fondamento della cultura cristiana. La scissione platonica tra anima e corpo trovò continuazione ed ulteriore forza nella svalutazione della sessualità in favore della vita spirituale e di quella contemplativa in particolare. Un'esasperata spiritualità non evitò d’altra parte che nel Medioevo esistessero case di tolleranza statali o comunali persino assoggettate ad imposte e che interi quartieri o vie venissero adibite alla prostituzione. . E neppure che nelle comunità chiuse come conventi e monasteri ci fosse l’omosessualità o l’eterosessualità tra monaci e monache.

Livelli elevati di corruzione venivano anche combattuti con forza ed alcuni episodi paiono esserne una chiara conferma. Ad esempio Attone vescovo di Vercelli dal 924 in una lettera pastorale interviene scrivendo che “… alcuni sacerdoti sono schiavi della libidine al punto che permettono a sconce prostitute di abitare sotto il loro stesso tetto…

Ci fu nel corso del Medioevo una diffusione importante della prostituzione al punto che molte erano al seguito degli eserciti nelle campagne belliche. D’altra parte la sifilide dilagò per oltre due secoli. In quei tempi era una malattia mortale ed assai diffusa in Europa nonostante fosse già chiaro il legame con rapporti sessuali.

 

 

Altri Articoli - Sessuologia e Psicologia

“Sembra una stella cadente….!”

embriotransfer scritta
Prof.Claudio Manna

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. ABORTO SPONTANEO RICORRENTE: SI SCOPRE UNA CORRELAZIONE CON IL FATTORE VEGF. Il fattore di crescita dell’endotelio o VEGF è una proteina coinvolta nella formazione di ...
I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE I GRASSI SATURI DANNEGGIANO LA QUALITA' DEL LIQUIDO SEMINALE Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition, quantità ecc...
SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? SINDROME DI DOWN E CURA: PARE SIA DAVVERO POSSIBILE? Nell'uomo vi sono 23 coppie di cromosomi, tra cui due cromosomi sessuali, per un totale di...
IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA IL PERIODO DI VITA FERTILE DI UNA DONNA DIPENDE DALL’ETA’ DELLA MADRE AL MOMENTO DELLA MENOPAUSA Uno studio pubblicato su Human Reproduction da un gruppo di ricercatori guidati da Janne B...
Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Harmony test: la nuova frontiera dell'analisi prenatale Si chiama Harmony il nuovo test prenatale che si sta pian piano sostituendo alla famosa am...
LEGGE 40: DAL 2009 E’ TUTTO PIU’ LECITO. Dal maggio 2009 parte della legge 40 sulla fecondazione assistita è stata abrogata. Molti ...
Carne bianca o carne rossa? Quelle più “pallide” fanno meglio! Le recenti Linee Guida del Ministero della Salute per un’alimentazione bilanciata raccoman...
"L’uomo è ciò che mangia": da Feuerbach alla Nutrigenomica Che il cibo fosse correlato allo stato di salute è evidentissimo, ma questa ipotesi è stat...
RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE RISCHI E PREVENZIONE NELL'INFERTILITA' DA FATTORE MASCHILE L’infertilità di coppia rappresenta un importante problema sociale e sanitario che coinvo...
L’ANDROPAUSA NON ESISTE MA LA QUALITA’ DEL LIQUIDO NON E’ SEMPRE LA STESSA! Un uomo, a differenza di una donna, non ha un tempo limitato per procreare ecco perché una...
Voglio un bimbo! Qual è il periodo giusto per provarci? Il periodo fertile varia da donna a donna in rapporto alla durata del ciclo mestruale ma, ...
IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! IL BISFENOLO A NEI CONTENITORI ALIMENTARI METTE KO LA FERTILITA’! Il bisfenolo A, conosciuto anche come BPA, è il composto organico più utilizzato nella pro...
 Associazione Fertilità onlus
CENTRO MEDICO BIOLOGICO TECNOMED
ASS.A.I. - ASSOCIAZIONE ANDROLOGI ITALIANI